Breve storia degli alieni parte nona: misteriosi crash di UFO negli USA 1 – Il caso Aztec

La storia dell’UFO Crash di Aztec raccontata da Frank Scully in una pubblicazione da edicola con la classica copertina a colori, ufo circolari sulla città e il panico dei cittadini.
Behind the flying saucers di Frank Scully
Questa volta si parla di un velivolo che avuto un contato molto ravvicinato con la terra, nel senso del suolo, però.
Il primo UFO crash landing più meno documentato pare sia avvenuto ad Aztec, nel Nuovo Messico, il 25 marzo 1948 (più o meno). ma anche in questo caso, la storia è complicata assai piuttosto anziché no.

Continua la lettura di Breve storia degli alieni parte nona: misteriosi crash di UFO negli USA 1 – Il caso Aztec

Decima biennale Arte Bonsai e Suiseki a Catanzaro

Sabato 26 e Domenica 27 Maggi, nei locali dell’ex Stac di piazza Matteotti, a Catanzaro, a cura del Bonsai Club “Perla dello Jonio”, si terrà, dalle ore 9:30 alle ore 19:30, la Decima biennale Arte Bonsai e Suiseki.

View post on imgur.com


Non ci sarà solo la mostra di bonsai ad allietare le due giornate.
Il Club Bonsai “Perla dello Jonio” ha infatti organizzato un ampio ventaglio di occasioni di incontro, con degustazioni di the, incontri con maestri nel varie discipline orientali e altro ancora.

Il programma dettagliato è il seguente:

View post on imgur.com

Partecipate in massa, mi raccomando.
Noi ci saremo, e voi?
Continua la lettura di Decima biennale Arte Bonsai e Suiseki a Catanzaro

Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 68: Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 6 (1983)

Buona domenica a tutti i nostri amati lettori.
Nuova puntata della nostra rassegna di cinema di fantascienza dei tempi andati. Torniamo in Italia per un film del genere postapocalittico alla Mad Max: 2019 – Dopo la caduta di New York (1983).

La locandina del film
La locandina del film

Continua la lettura di Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 68: Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 6 (1983)

Breve storia degli UFO parte ottava: UFO-aggressioni?

Ben ritrovati su questo UFO-blog.
Non sempre gli incontri con gli UFO si sono limitati ad avvistamenti da lontano.
Il 1948, ad esempio, è stato un anno veramente “UFO-pericoloso”.
L’episodio era accaduto il 1º ottobre 1948 nei pressi di Fargo, nel Nord Dakota. Il tenente George G. Gorman, della guardia aerea nazionale del Nord Dakota, si stava avvicinando alla propria base, dopo un volo di ricognizione. Quando aveva chiesto istruzioni via radio, la torre di controllo gli aveva confermato che l’unico aereo in volo era un piccolo monomotore Piper Cub.
Mentre Gorman stava preparandosi ad atterrare, vide il proprio aereo illuminato da sotto. Improvvisamente una luce lo superò da destra. Stupito, il pilota pensò si trattasse della luce di coda di un altro velivolo e si mise immediatamente in contatto radio con la torre di controllo per protestare. Ma da terra gli venne ribadito che sul loro radar c’era solo il Piper Cub.
Incuriosito, Gorman decise di inseguire quella luce. Mentre invertiva la rotta per intercettare il velivolo misterioso, il pilota vide chiaramente la sagoma dell’oggetto volante stagliarsi sul fondale costituito dalle luci della città: la luce notata da Gorman non sembrava esser collegata ad un corpo solido. Il pilota lanciò allora l’aereo alla massima velocità e si avvicinò fino a quasi 1000 metri di distanza dall’UFO. L’oggetto luminoso, secondo la testimonianza del pilota, aveva un diametro di circa 15 centimetri e lampeggiava. Quando Gorman si avvicinò la luce smise di lampeggiare e l’aereo sbandò bruscamente a sinistra. Gorman si trovò all’improvviso in rotta di collisione con il piccolo ordigno. Gorman allora si gettò in picchiata e il disco volante mancò la calotta dell’aereo per pochi centimetri, poi l’UFO prese quota e scomparve.
Nel resoconto consegnato all’ATIC, Gorman dichiarò: «Ho avuto la netta impressione che il comportamento dell’UFO fosse determinato da un agente dotato di facoltà intellettive».
Lo stesso oggetto era stato visto da terra da quattro testimoni, che però non avevano notato l’aereo di Gorman. Probabilmente Gorman è stato, se non il primo, uno dei primi piloti ad essere stato attaccato da un UFO!
In questo caso, il pilota si salvò, ma lo stesso non accadde, purtroppo, come abbiamo visto, al pilota dell’USAF Thomas Mantell.

RASPBERRY PI STAGIONE 2 PUNTATA 8: Node-RED parte 3

Ben ritrovati.
Terza puntata della nostra “missine esplorativa” in ambito Node-RED.
Nelle puntate precedenti abbiamo visto cos’è e come funziona la sua interfaccia grafica via web.
In questa puntata vedremo di realizzare un piccolo programma per rendere interattivo il raspi.

Continua la lettura di RASPBERRY PI STAGIONE 2 PUNTATA 8: Node-RED parte 3

Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 67: The Crater Lake Monster (1977)

E rieccoci qui, a parlare di film di fantascienza degli anni passati. Questa volta, parleremo di un film che intendeva riportare in auge i vecchi film di mostri modello Nessy, ma senza grandi risultati, forse perché uscito quando gli interessi del pubblico erano calamitati da Star Wars ed epigoni vari. Gloria, dunque, anche The Crater Lake Monster (1977)

La locandina del film
La locandina del film

Continua la lettura di Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 67: The Crater Lake Monster (1977)

RASPBERRY PI STAGIONE 2 PUNTATA 7: Node-RED parte 2

Ben ritrovati.
Riprendiamo, dopo le abbuffate pasquali, la nostra solita dieta a base di raspberry pi.
Seconda puntata del nostro breve viaggio nei meandri di Node-RED. Nella scorsa puntata, abbiamo visto cosa sia e come si attiva sul raspberry.
Oggi vedremo l’interfaccia grafica web di Node-RED, mentre nelle prossime puntate ci occuperemo di programmare qualche attività del raspi con Node-RED.

L’interfaccia grafica di Node-RED

In figura 1 si può vedere l’interfaccia web del Node-RED attivato, sia sul raspberry, sia su un web browser su altro PC.

View post on imgur.com

Come si può vedere, e esistono diversi moduli, raggruppati in categorie chiare ed intuitive.
Esiste una categoria input

View post on imgur.com

una output,

View post on imgur.com

una social, dedicata ai rapporti con i social (per ora, solo twitter e email)

View post on imgur.com

una function, con vari strumenti di controllo delle operazioni,

View post on imgur.com

una storage, che si occupa di manipolare i file,

View post on imgur.com

e soprattutto una Raspberry Pi, che si occupa di collegare l’Rpi con sensori, attuatori, mouse, tastiera ecc…

View post on imgur.com

Per programmare la nostra scheda, occorre trascinare i blocchi a sinistra nel campo centrale, detto Flow.

View post on imgur.com


Come si può vedere, la programmazione a nodi rende molto semplice gestire i flussi di lavoro. I file verranno salvati in formato JSON, pronti per essere facilmente esportati.
Per il caricamento del file sulla scheda ma anche la sua prova di debug occorre premere il pulsante deploy, che ci permette di provare tutto il codice, solo la parte modificata del codice oppure solo il codice contenuto nella singola scheda (flow).

View post on imgur.com

Bene, e questo è tutto, per questa volta.
Ad maiora

Blog ufficiale del CSB