Archivi categoria: Blogroll

Politica della cultura, cultura della politica

Le elezioni amministrative di primavera sono l’occasione per cambiare le regole della politica. Sarebbe ora di pensare a come risolvere i problemi reali della popolazione che si intende amministrare per i prossimi anni. Su queste pagine vorremmo dare qualche suggerimento a coloro che si sono calati nell’agone politico, per impostare una campagna politica orientata veramente ai bisogni degli elettori.

(In)sanità calabrese

Dato il riaprirsi delle tensioni politiche da campagna elettorale, come già fece qualche anno fa, per il CSB il dott. Antonio Anzani, già Provveditore agli studi del catanzarese, tenteremo di fornire qualche speriamo utile suggerimento a chi si appresta a scendere nell’agone della campagna elettorale. Cultura della politica,  dunque, intesa come servizio al cittadino, bene comune, amministrazione oculata ed incisiva della res communis. Iniziamo questo percorso da uno dei settori più “inguaiati” della società: la sanità.

la narrazione a fumetti 5

Il cosiddetto fumetto d’artista, a cavallo fra la fine degli anni ’60 e l’inizio deglianni ’80, forse per una forma di idiosincrasia o di albagia, cerca di eliminare (anche) le linee cinetiche. Ne vengono fuori sperimentazioni interessanti, come la ripetizione delle immagini per indicare un movimento rapido o la disposizione in fila che viene letta in modo dinamico, come nelle immagini 4 e 5 tratte da le avventure di Penthotal di Andrea Pazienza (© e ™ degli aventi diritto):

Immagine tratta dalle straordinarie avventure di Pentothal di A. Pazienza

Immagine 4: Le immagini in cui è scomposto il movimento per riprodurre un movimento molto rapido
Immagine tratta da le straordinarie avventure di Pentothal di A. Pazienza
Immagine 5: Il movimento lento della fila reso da uno schema che sostituisce il movimento stesso

Riutilizzo dei vestiti

In tempi di crisi, è necessario un più accorto uso delle risorse, siano esse piccole o grandi. Tuttavia, questo non deve farci dimenticare la solidarietà e i bisogni delle persone in difficoltà che, anzi sono le più colpite dalla crisi stessa. Si può coniugare solidarietà e risparmio? Si. Un esempio è l’ottimo sistema di raccolta degli indumenti usati della associazione do volontariato “le serre” di Cosenza, che raccoglie gli indumenti (e anche altro materiale) per le famiglie in difficoltà. Il materiale non riutilizzabile viene inviato alla ciclo di recupero delle stoffe e dei tessuti.