Archivi categoria: Fumetti italiani

Comixologia Amarcord puntata 3: Rocco e Sonny

Bentrovati su queste pagine di nuvolette nostalgiche nostrane. In questa puntata vi presenteremo una serie ibrida, che si colloca fra poliziesco e commedia, una serie molto amata, sebbene conosciuta solo da un pubblico di nicchia (chi legge il settimanale di orientamento cattolico Il Giornalino) e dalla storia più che ventennale (essendo nata nel 1981): Rosco e Sonny.
Continua la lettura di Comixologia Amarcord puntata 3: Rocco e Sonny

Comixologia Amarcord puntata 2: Kronos, l’uomo della seconda Preistoria

Bentrovati su queste pagine di nuvolette nostalgiche nostrane. In questa puntata vi presenteremo una serie di fantascienza post.apocalittica apparsa a puntate sul settimanale “L’intrepido” nei primi anni ’70: Kronos, l’uomo della seconda Preistoria.
La copertina dell’edizione in volume
La copertina dell’edizione in volume

Trama

Kronos è un ragazzo abituato a vivere in una Terra divenuta poco ospitale a causa di una guerra atomica che ha distrutto la civiltà umana. I sopravvissuti, retrocessi a uomini primitivi, devono riprendere a combattere con le fiere e le forze della natura. In questo clima ostile, Kronos si muove da solo, alla ricerca del suo passato. inquietante questa avventurosa e pericolosa ricerca troverà alcuni compagni, come la bella Medusa e il robot umanoide Pelledura.

La prima pagina della serie
La prima pagina della serie

Analisi

Il personaggio è stato ideato da Antonino Mancuso e proseguito da Raffaele D’Argenzio, sui disegni di Carlo Savi.
La serie ha un taglio post apocalittico e preistorico, sul genere di Yor il Cacciatore, di Ray Collins (al secolo Eugenio Zappietro) e Juan Zanotto.
Da notare, però, che il fumetto di Mancuso e Sai anticipa sia questa serie (nata nel 1974) sia quella molto più famosa di Kamandi (Jack Kirby, ottobre 1972).
Mostri, esseri preistorici, uomini primitivi si intrecciano con le presenze del passato che incombe, robot, uno dei quali, chiamato Pelledura, diviene alleato di Kronos, sottomarini, basi segrete e ibridi uomo-serpente.
l’atmosfera terribile e ostile viene ben descritta dai disegni e dalle didascalie, mentre la comprensione che si tratti di uno sguardo sul futuro non avviene attraverso didascalie, ma cogliendo i particolari delle vignette. Una in particolare, la seconda (quarta vignetta), vede un mammut schiaccia una pietra stradale che indica il percorso verso Rio De Janeiro. Poi la storia della distruzione dell’umanità avviene grazie a una capsula del tempo connettete la registrazione dell’ultimo appello degli uomini del XXI secolo, condannati a morte dalle conseguenze di una guerra atomica.
I dialoghi, invece, risentono molto del tempo in cui sono stati scritti. Numerosi e ampi, oltre che a volte ripetitivi. Il disegno invece stupisce per la semplicità della gestione della tavola che fa il paio con l’ottima gestione delle pose e dei gesti dei personaggi.

Kronos fra armi futuristiche e pericolosi cavernicoli
Kronos fra armi futuristiche e pericolosi cavernicoli

Edizioni

In Italia, la serie non è stata più ristampata da allora.

Scheda

Titolo Kosmos
Editore Intrepido
1ª app. 1972
Ultima app. 1973
Autori
Disegni di Carlo Savi
Testi di Antonino Mancuso e Raffaele D’Argenzio,

Sitografia

Qui potete trovare due episodi della serie scanditi dalle pagine originali.
Altro episodio della serie scandito

Comixologia Amarcord puntata 1: Kolosso

Benvenuti in questa nuova sottorubrica di Comixcologia dedicata a personaggi e serie degli anni che furono, quando ancora l’Italia era una nazione provinciale e un po’ arretrata culturalmente. Il divorzio era assai lontano mentre esisteva ancora o da poco era stato cancellato il delitto d’onore.
Niente contestazione giovanile e il massimo della gioventù arrabbiata era “Viva la pappa con il pomo-pomodoro”. Questa prima puntata è dedicata ad un eroe poco noto ma con una nicchia di nostalgici estimatori: Kolosso

Kolosso (SP1 Kolosso Supplemento, 1964)
Continua la lettura di Comixologia Amarcord puntata 1: Kolosso

Comixologia speciale n. 1: Sergio Bonelli editore riporta Tex alle origini – ecco Tex Classic

I fan di Tex già contano i giorni. Nel fatidico 2018 il Ranger di carta più longevo (e venduto) di sempre spegnerà infatti settanta candeline. Ed è proprio in previsione di questo straordinario anniversario che Sergio Bonelli Editore ha annunciato oggi sulle pagine di Preview (il catalogo congiunto con Bao) una intrigante iniziativa: l’inizio di una nuova edizione dell’intera saga di Aquila dellanotte.
Tex Classic – questo il titolo della collana – esordirà tra un mese, a marzo. Si tratterà di una serie di albi a colori di 64 pagine, in tipico formato bonelliano (16 x 21 cm) che usciranno in edicola ogni due venerdì al prezzo di 2,90 euro. Le prime date previste sono il 3, il 17, il 31 marzo, il 14 e il 28 aprile e presenteranno le storie contenute nei primi, storici (e ormai introvabili) albi della serie regolare.

 

COMIXLOGIA puntata 2: Martin Mystere uno e trino (?)

Copertina del primo numero
Copertina del primo numero, ora in edicola
Martin Mystere, a colori, rivisitato e con un look e un concept adatto agli anni ’10?
Martin Mystere – le nuove avventure a colori è una miniserie di 12 numeri, a colori, che ha preso avvio dal mese di novembre. Già dalla grafica si comprende quale sia il concept della miniserie. La copertina occhieggia alla prima copertina del Mystere originale, con Mystere frontale che punta qualcosa (nell’originale il murchadna, qui sostituito dall’elmo di Scipio), da cui promanano raggi concentrici, mentre un nemico (un Uomo in nero nell’originale, qui uno dei cavalieri del XSPOILERX) lo affronta.
Continua la lettura di COMIXLOGIA puntata 2: Martin Mystere uno e trino (?)