Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 70: I figli dello spazio (1958)

Ben ritrovati fra le stelle degli anni che furono. In questa puntata, torniamo negli States, negli anni ’50 per un film minore ma anche molto innovativo: I figli dello spazio (1958).

La locandina del film
La locandina del film

La sched(in)a

Titolo originale The Space Children
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1958
Durata 69 min
Dati tecnici B/N
rapporto: 1,85: 1
Genere fantascienza
Regia Jack Arnold
Soggetto Tom Filer
Sceneggiatura Bernard C. Schoenfeld
Produttore William Alland
Casa di produzione William Alland Productions per Paramount
Distribuzione (Italia) Paramount
Fotografia Ernest Laszlo
Musiche Van Cleave

 La locandina italiana
La locandina italiana

Il cast

Michel Ray: Bud Brewster
Adam Williams: Dave Brewster
Johnny Crawford: Ken Brewster
Peggy Webber: Anne Brewster
Jackie Coogan: Hank Johnson
Sandy Descher: Eadie Johnson
Richard Shannon: colonnello Manley
Raymond Bailey – Dottor Wahrman
Johnny Washbrook – Tim Gamble

“I
I ragazzi

Un po’ di storia

Uno scienziato missilistico si trasferisce nel deserto con tutta la famiglia per collaborare a voli sperimentali.
Mentre nella base militare top secret fervono i preparativi per il lancio di un satellite armato con diverse testate nucleari, il Thunderer, i figli di alcuni scienziati che lavorano nell’edificio, mentre stanno girando in una grotta lì vicino, entrano in contatto con una creatura simile a un enorme cervello gommoso. Il cervello alieno, comunicando con i bambini attraverso l’emissione di onde cerebrali, li avverte che l’esperimento condotto dai soldati costituisce una pericolosa minaccia alla pace mondiale e mostra loro come sabotare la missione. Lo scienziato viene a sapere del piano, ma non riesce a comunicarlo perché bloccato mentalmente dal figlio. Uno degli scienziati, burbero e violento, viene ucciso mentre cerca di colpire il figliastro, fuggito per raggiungere la caverna.
Un camion che trasporta il carburante per il lancio del satellite viene dirottato dai bambini grazie ai poteri mentali donati loro dall’alieno.
Grazie alle azioni dei bambini, il satellite esplode prima ancora di lasciare la rampa di lancio mentre, contemporaneamente, episodi analoghi avvengono nelle basi missilistiche di tutto il mondo.
Completata la missione, l’alieno riparte per il cielo in un fascio di luce.

La scena finale del film, con il raggio di luce e l’alieno che se ne va
La scena finale del film, con il raggio di luce e l’alieno che se ne va

Analisi

Mentre i ragazzi si sentono sicuri, gli adulti si dimostrano teste agitati, incapaci di affrontare in modo razionale la situazione, oltre che facilmente manipolabili.
La storia si sviluppa in modo lineare, mentre il piano dell’alieno rimane sempre in bilico e la tensione sale in modo coerente e costante.
Povero di effetti speciali, ma interessantissimo per la tensione ed il messaggio sicuramente innovativo rispetto al periodo storico, ovvero la fase finale del Maccartismo.
Interessante anche il ribaltamento dei valori, la tensione emotiva e l’instabilità psicologica dimostrata dagli adulti non sono solo orientati al crescere della tensione, ma determinano u mondo in cui la fiducia dei giovani, la loro disponibilità al credere diviene l’unica speranza per un domani migliore.
Recitazione nella media, buona la regia, anche se non è uno dei film migliori di Arnold, e in qualche punto si vede.

L'alieno
L’alieno

Recensioni

« Film “minore” del grande Jack Arnold, ma interessante per il messaggio pacifista che propone, individuando nei bambini la forza che potrà salvare il futuro dell’umanità. »
(FantaFilm)

Locandina italiana del film
Locandina italiana del film

Curiosità

La sceneggiatura era ispirata a The Egg, una storia inedita di Tom Filer, che narrava di una ragazza affetta da poliomielite ed era significativamente diversa da quella del film.
Il cervello alieno fu ideato dall’artista degli effetti speciali Ivyl Burks e utilizzava 3.300 dollari di lampade al neon per creare l’effetto del bagliore.

Voto

voto 3 di 5 (si può vedere, anche se un po’ schematico nello svolgimento)

 La famiglia dello scienziato nella scena iniziale del film
La famiglia dello scienziato nella scena iniziale del film

multimedia

I trailers

Bibliografia

John Johnson, 1996, Cheap Tricks and Class Acts: Special Effects, Makeup and Stunts from the Fantastic Fifties, illustrated, Jefferson, North Carolina, USA, McFarland & Company;
Bill Warren, 1982, Keep watching the skies!: American science fiction movies of the fifties, illustrated, Jefferson, North Carolina, USA, McFarland & Company.

Link esterni

La scheda di I figli dello spazio da Wikipedia
La scheda di I figli dello spazio da Fantafilm
La scheda di I figli dello spazio da IMDB.com
La scheda di I figli dello spazio da in CineDataBase, Rivista del cinematografo.
La scheda di I figli dello spazio da Rotten Tomatoes
La scheda di I figli dello spazio da FilmAffinity
La scheda di da Fantaclassici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *