Futuropassato – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO 72: X contro il mostro atomico (1956)

Bentrovati in questa domenica in cui ricordiamo il ruolo fondamentale delle nostre mamme nella nostra vita.
In questa domenica caliente di metà maggio, vi presentiamo un film che più “scottante” (direi quasi ustionante) non si può, proveniente nientepopodimenoche dalla perfida Albione: X contro il centro atomico (1956).

La locandina del film
La locandina del film

La sched(in)a

Titolo originale X the Unknown
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1956
Durata 81 min
Dati tecnici B/N
Genere fantascienza, orrore
Regia Leslie Norman
Soggetto Jimmy Sangster
Sceneggiatura Jimmy Sangster
Produttore Michael Carreras, Anthony Hinds, Mickey Delamar (non accreditato)
Casa di produzione Hammer Film Productions
Fotografia Gerald Gibbs
Montaggio James Needs
Effetti speciali Jack Curtis, Les Bowie (non accreditato), Vic Margutti
Musiche James Bernard
Scenografia Ted Marshall

 Altra locandina originale” width=
Altra locandina

Il cast

Dean Jagger: dottor Adam Royston
Edward Chapman: John Elliott
Leo McKern: ispettore McGill
Anthony Newley: caporale “Spider” Webb
Jameson Clark: Jack Harding
William Lucas: Peter Elliott
Peter Hammond: tenente Bannerman
Marianne Brauns: Dolly
Ian MacNaughton: Haggis
Michael Ripper: sergente Harry Grimsdyke
John Harvey: maggiore Cartwright
Edwin Richfield: soldato ustionato sulla schiena

 Le ustioni sulla schiena di un soldato colpito dalle radiazioni
Le ustioni sulla schiena di un soldato colpito dalle radiazioni

Un po’ di storia

In una regione scozzese, un fenomeno sismico libera dal terreno una misteriosa forma di vita in tutto simile ad una mostruosa melma che prende a far strage degli sfortunati che si trovano nei paraggi, a cominciare da una pattuglia di soldati in esercitazione, ustionandoli gravemente con le radiazioni che emette. Ad indagare sull’accaduto è mandato l’anziano scienziato Adam Royston.
Dopo i soldati, è la volta di un bambino penetrato per gioco di notte nelle paludi nelle vicinanze del cratere. Lo scienziato prosegue le indagini nelle paludi, dove tra una vecchia torre dove trova un recipiente proveniente dal laboratorio del dottore. Rientrato in laboratorio, o trova sottosopra e nota che gli elementi radioattivi non lo sono più, malgrado ciò sia impossibile. L’evento, comunque, necessita di investigazioni. L’ispettore MgGill del Centro britannico per l’Energia Atomica raggiunge il dottore e lo interroga.
Il bambino colpito dalle radiazioni muore per le ustioni e il padre, distrutto dal dolore, dà la colpa allo scienziato. ma qualcosa uccide un medico squagliando la sua pelle mentre ruba il radio dalla cassaforte nell’Ospedale. Sulla cassaforte le stesse tracce trovate nel laboratorio.
Esaminando il cratere, un militare scende per misurare la radioattività, ma trova uno scheletro di soldato e una “cosa” che striscia in fondo. I militari fanno saltare il cratere poi lo richiudono col cemento. Ma lo scienziato non è convinto che abbia funzionato e infatti poco dopo X riesce ad aprirsi un passaggio verso la superficie e aggredisce due in auto.
La creatura, difatti inarrestabile e capace di penetrare qualunque difesa, nei suoi spostamenti sta avvicinandsi ad una centrale nucleare: l’uranio contenuto nella riserva rappresenta per il mostro una vera e propria tavola imbandita per un pranzo senza precedenti.
Assorbito l’uranio della base, ormai enorme, ritorna verso il cratere. Viene dato l’allarme e gli abitanti della zona si nascondono in chiesa. Il mostro è seguito dall’alto da un elicottero.

Analisi

La scena del dottore che nell’ospedale viene deformato e squagliato dalle radiazioni è di buona fattura ed è parecchio forte per i tempi. Gli effetti speciali sono validi, sebbene poveri. Bene la tensione, soprattutto nel finale. La narrazione scorre lineare ma senza blocchi e soprattutto coerente e facilmente comprensibile. Non ci sono, cioè, buchi di sceneggiatura, come invece avviene in parecchie produzioni posteriori.
Gli attori recitano sufficientemente bene, la regia è ferma, anche se non particolarmente ispirata, dato che le soluzioni adottate non vanno oltre i controcampi e poco altro.

Altra locandina del film, per la precisione presa dall’edizione rimasterizzata in DVD
Altra locandina del film, per la precisione presa dall’edizione rimasterizzata in DVD

Curiosità

Il film venne inizialmente scritto da Jimmy Sangster come parte della serie del professor Quatermass, doveva infatti rappresentare il seguito del film del 1955 L’astronave atomica del dottor Quatermass, ma Nigel Kneale, l’ideatore del personaggio, rifiutò l’autorizzazione all’utilizzo del nome.
X contro il centro atomico è il primo film della Hammer scritto da Jimmy Sangster che successivamente divenne noto per le sue originali riscritture riguardo Frankenstein e Dracula, pellicole che faranno la fortuna della casa inglese.
Il film venne iniziato da Joe Walston, pseudonimo di Joseph Losey, bravo regista americano emigrato in Inghilterra dopo essere stato messo al bando da Hollywood a causa delle sue idee politiche. Tuttavia anche in Gran Bretagna Losey fu raggiunto dall’ostracismo statunitense, perchè l’attore Dean Jagger si rifiutò di lavorare con lui. Per uscire dallo stallo, la Hammer fu costretta ad affidarsi a Leslie Norman – regista della Ealing – che pur tra varie difficoltà e incomprensioni riuscì alla fine ad ultimare le riprese.

Voto

voto 5 di 5 (Molto bello, scorrevole e con alcuni effetti azzeccati)

“I
I soldati indagano vicino al cratere del mostro

multimedia

Il trailer

Link esterni

La scheda di X contro il centro atomico da Wikipedia
La scheda di X contro il centro atomico da IMDB.com
La scheda di X contro il centro atomico da Rotten Tomatoes
La scheda di X contro il centro atomico da Fantafilm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *