FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 104: I figli del fuoco (1989)

La locandina del film
La locandina del film

La sched(in)a

Titolo originale Spontaneous Combustion
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d’America
Anno 1989
Durata 97 min.
Genere orrore, fantascienza, thriller
Regia Tobe Hooper
Soggetto Tobe Hooper
Sceneggiatura Tobe Hooper, Howard Goldberg
Produttore Jim Rogers, Jerrold W. Lambert
Produttore esecutivo Henry Bushkin, Arthur M. Sarkissian
Fotografia Levie Isaacks
Montaggio David Kern
Musiche Graeme Revell
Scenografia Gene Abel
Costumi Carin Hooper
Trucco Bill Miller-Jones

altra locandina italiana
Altra locandina italiana

Il cast

Brad Dourif: Sam/David
Cynthia Bain: Lisa
Jon Cypher: Dr. Marsh
William Prince: Lew Orlander
Melinda Dillon
John Landis

Una scena del film
Una scena del film

Un po’ di storia

Nel 1955, una coppia di giovani coniugi viene sottoposta alle radiazioni della bomba H per esperimenti sugli effetti delle radiazioni sugli esseri umani. La coppia muore di autocombustione dopo aver dato alla luce un figlio, Sam. Questi, una volta cresciuto scopre che i suoi genitori lo avevano sottoposto loro malgrado ad esperimenti atomici quando era neonato.
Questo, come nel più classico dei fumetti supereroistici, gli ha fatto acquisire poteri pirocinetici, il che gli causerà non pochi problemi.
Scoprirà infatti, come in ognistoria di supereroi che si rispetti, che è il fulcro di una cospirazione che ha inteso creare un superessere mescolando i geni di figli di persone sottoposte a test nucleari che hanno mostrato strane capacità. Anche la sua vicina di casa, di cui è nenache tanto segretamente innamorato, è stata manipolatal suo misterioso benefattore ed è in realtà anch’essa una “figlia del fuoco” aotmico, frutto di un esperimento parallelo. Nel finale, Sam si sacrifica per salvare la ragazza dall’autocombustione, assorbendone (come?) i poteri e bruciando lui stesso.

Analisi

Il film è girato con attenzione e cura. La trama scorre con i colpi di scena al momento giusto e ben preparati, i personaggi coerenti nello sviluppo. La recitazione, invece, lascia alquanto a desiderare. Certo, l’idea dei superpoteri causati dalle radiazioni non è nuova (vedi X-Men o Spiderman), ma la resa è comunque più che accettabile.

Recensioni

“Il soggetto di Hooper non è certo nuovo, Stephen King ne era stato l’alfiere prima di lui (da Carrie a Fenomeni Paranormali Incontrollabili), ma la pellicola sa farsi apprezzare per la tensione, l’uso delle simbologie, le sequenze raccapriccianti (sebbene non incubali/paurose). Peccato che la stesura dei dialoghi lasci un poco a desiderare” Niccolò Rangoni Machiavelli su spietati.it

Curiosità

Il film fu nominato come miglior film al Fantasporto International Fantasy Film Awards nel 1991.

Voto

voto 3 di 5 (Si vede tranquillamente, anche se alcuni effetti speciali hanno fatto il loro tempo)

Una scena del film
Una scena del film

multimedia

Il film in italiano

Link esterni

La scheda di I figli del fuoco (1989) da Film Affinity
La scheda di I figli del fuoco (1989) da Allmovie
La scheda di I figli del fuoco (1989) da IMDB.com
La scheda di I figli del fuoco (1989) da Wikipedia
La scheda di I figli del fuoco (1989) da ilDavinotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *