FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 118: The Hidden – L’alieno (1987)

Buona Domenica delle Palme ai credenti, Buona Domenica senza palme a tutti gli altri.
Nuova puntata della rubrica dedicata alla fantascienza che fu e nuova tipologia di alieno, un lumacone bavoso che possiede le sue vittime, ama l’Heavy Metal e ruba le Ferrari (mah). In altre parole: L’alieno (1987),

La locandina del film
La locandina del film

La sched(in)a

Titolo originale The Hidden
Paese di produzione Stati Uniti d’America
Anno 1987
Durata 96 minuti
Genere fantascienza, orrore, thriller, azione
Regia Jack Sholder
Soggetto Jim Kouf
Sceneggiatura Bob Hunt
Produttore Michael L. Meltzer, Gerald T. Olson, Robert Shaye
Casa di produzione New Line Cinema
Distribuzione in italiano New Line Cinema
Fotografia Jacques Haitkin
Montaggio Michael N. Knue, Maureen O’Connell
Musiche Michael Convertino

 copertina della versione DVD
copertina della versione DVD

Il cast

Kyle MacLachlan: Lloyd Gallagher
Michael Nouri: Tom Beck
Claudia Christian: Brenda Lee Van Buren
Clarence Felder: John Masterson
Clu Gulager: Ed Flynn
Ed O’Ross: Cliff Willis
William Boyett: Jonathan Miller
Richard Brooks: Sanchez
Larry Cedar: Brem
Katherine Cannon: Barbara Beck
John McCann: Senatore Holt
Chris Mulkey: Jack DeVries
Lin Shaye: Carol Miller
Jim Luisi: venditore Ferrari
Richard B. Whitaker: acquirente Ferrari
Frank Renzulli: Michael Buckley
Duane Davis: Eddie
Kristen Clayton: Juliet Beck
Branscombe Richmond: Roberts

Locandina italiana
Locandina italiana

Un po’ di storia

Un uomo apparentemente irreprensibile compie una sanguinosissima rapina in banca, uccide tutti quelli che si mettono in mezzo, viene inseguito dalle volanti e si scontra contro il posto di blocco. L’uomo viene ricoverato in fin di vita all’ospedale. Mentre nessuno osserva, l’uomo si solleva sul letto del malato nel letto accanto e riversa nella sua bocca uno strano essere, poi crolla esanime. L’altro malato si risveglia e si allontana, seminando morte e distruzione. Ruba un’auto di lusso e uccide chi cerca di fermarlo.
Un sedicente agente dell’FBI, Lloyd Gallagher, contatta la polizia locale per avere il suo aiuto in un caso federale. Gli viene assegnato Il poliziotto Tom Beck. L’agente sta cercando il primo assassino, ma arriva tardi per impedire la possessione e la fuga dell’altro malato. Allora l’agente prova a convincere il poliziotto che i due sono in combutta per continuare la ricerca dell’uomo posseduto, che nel frattempo va in giro attratto da auto supersportive, musica heavy metal e denaro. Saltando da un corpo all’altro, l’essere progetta di impadronirsi del potere “occupando” il corpo di un candidato presidente degli Stati Uniti. In seguito ad un lungo bagno di sangue, il detective viene gravemente ferito mentre l’alieno viene ucciso dal poliziotto alieno mentre sta occupando il corpo del candidato. L’alieno poliziotto, portata a termine la sua vendetta, si sacrifica per salvare il detective in fin di vita in ospedale.

Analisi

Il film è girato con mestiere e polso fermo, anche se non riesce a mantenere la tensione a lungo, dato che il segreto dell’alieno parasita viene rivelato quasi subito. Rimane comunque una buona storia, grazie all’inseguimento continuo e alle tensioni fra i due poliziotti.
Effetti speciali non molto speciali, in linea con la natura prevalentemente poliziesca dell’ibrido. Attori poco espressivi. Belle le scene di inseguimento.

Recensioni

“Curioso cocktail di horror, fantascienza e poliziesco. Un po’ ripetitivo, ma l’amalgama tra cinema d’azione e fantastico è riuscito. Efficaci effetti speciali” (il Morandini)
“La cosa di Carpenter, se servisse specificarlo, ha lasciato un’eredità pesante sulla sceneggiatura, che Jim Kouf ha ripreso ed elaborato a modo proprio in un contesto cittadino, più ordinario se vogliamo. L’alieno, in sostanza, rispetta il modello di crudele invasore, è in mezzo a noi, si insinua tra i nostri conoscenti e potrebbe uscire fuori da un momento all’altro. Le influenze carpenteriane si fermano tuttavia all’idea di fondo, perchè The hidden mantiene un tono decisamente più rassicurante, e – tanto per capirci – per completezza, bisognerebbe tirare in ballo anche Starman ed Essi vivono” (lipercubo).

Curiosità

Il film è molto liberamente ispirato al romanzo Strisciava sulla sabbia (Needle, 1950) dello scrittore Hal Clement.
Del film esiste sia un sequel, L’alieno 2 (1994), sia un remake, The Seed (2011), di A’Ali de Sousa e Lisa Campos.

Voto

voto 3 di 5 (Si può vedere, ma senza pretese)

una scena del film
una scena del film

multimedia

Il trailer (in inglese)

Recensione

Il film in italiano
https://www.dailymotion.com/video/x2c8d0g

Link esterni

La scheda di L’alieno da Wikipedia
La scheda di L’alieno da The Encyclopedia of Science Fiction
La scheda di L’alieno da IMDB.com
La scheda di L’alieno da Rotten Tomatoes
La scheda di L’alieno da My movies
La scheda di L’alieno da lipercubo
La scheda di L’alieno da Sentireascoltare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *