FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 188: Galaxina (1980)

Ben ritrovati sulle pagine diq uesta rubrica dedicata alla fantascienza deglia nni che furono. In questa puntata ci catapultiamo engli anni ’80 e recuperiamo un film di SF spaziale che mescola, a dir il vero non troppo bene, differenti suggestioni e citazioni Galaxina (1980).

La locandina del film
La locandina del film

La sched(in)a

Durata : 1h 35 minuti.

Dorothy Stratten in una scena del film
Dorothy Stratten in una scena del film

Il cast

Altra Locandina
Altra Locandina

Un po’ di storia

Galaxina è uno splendido androide femmina che presta servizio a bordo della Infinity un incrociatore spaziale della polizia del XXXI secolo agli ordini del capitano Butt La Federazione Intergalattica assegna alla nave lincarico di recuperare il Blue Star un oggetto dai poteri prodigiosi che si trova su Altar 1
Il viaggio verso il lontano pianeta richiede ben 27 anni, che l’equipaggio trascorre in animazione sospesa, dopo aver affidato i controlli all’insonne Galaxina. L’androide approfitta del tempo a disposizione per riprogrammarsi, imparando a parlare ed eliminando lo scomodo meccanismo difensivo che lancia una forte scarica elettrica su chiunque la tocchi, così da poter liberamente corrispondere al sentimento del sergente Thor senza “folgorarlo” ad ogni contatto. Raggiunto Altar 1, la Infinity si trova di fronte un ambiente ostile, popolato da alieni carnivori che non vedono l’ora di “assaggiare” qualche membro dell’equipaggio, a cui si aggiungono i pirati del malvagio Ordric, un avversario che in passato ha già dato del filo da torcere, e che vuole a sua volta impadronirsi del Blue Star. dopo aver lasciato l’intero equipaggio sulla nave ed una permanenza un po’ agitata su un pianeta, Altair 1, stile western con tanto di saloon, strani personaggi che giocano a carte e perfino un duello proprio fra Galaxinea e un mercenario. Poi Galaxina viene catturata da Oldric e si assiste ad ua specie di richiamo agli elementi post apocalittici slla Mad max, con tanto di tizi in pelle, borchie e improbabili moto. Appesa ad un silo, viene liberata dal comandante della nave e dai suoi, mentre tutta la banda dorme, dopo i festeggiamenti alcolici della notte. Ne viene fuori un imrobabile inseguimento misto cavalli/sidecar, fino alla nave, mentre i tizi strani si fermano ad adorare il sidecar Harley davidosn. nella nave, eprò, c’è una cativa sorpresa: il mercenario non è morto nel duello ed ha preso in ostaggio l’equipaggio e teso a Galaxina e co. una trappola. L’equipaggio viene rinchiuso nelle celle, ma viene salvato e liberato da un alieno già recluso. Il mercenario viene. sconfitto e la squadra può riportare indietro il su prezioso carico.

Analisi

Il film non è molto originale. Le trovate sono già viste e le citazioni anche spudorate, come il diario di bordo simil Star Trek e gli scontri spaziali stile I Magnifici 7 Nello spazio. Anche i trucchi e le scenografie sono povere e risibili.
In tutto questo, si salvano le grazie della compianta Dorothy Stratten, che riesce bene nel riprodurre i movimenti un po’ meccanici dell’androide Galaxina ed è forse l’attrice i maggior talento in tutto il fim. Interessante anche la scena del duello, che sembra avere rimembranze, per quanto limitate (i tempi non sono quelli giusti), dei duelli alla Sergio Leone. Così, fra trovate becere e tempi sballati, il film, in fondo, è abbastanza gustoso, ma solamente se lo si considera sotto un occhio benevolo.

Recensioni

“Film a basso budget che non si discosta da tanti altri b-movie. La sceneggiatura non propone niente di nuovo, anzi si ispira assai apertamente ai classici dell’epoca. Il perfido Ordric sembra un Darth Vader in sedicesimo,la rissa nel bordello spaziale riecheggia lo scontro nella bettola di Guerre Stellari, molti personaggi sono la parodia di quelli di Star Trek, mentre è evidente l’influenza di Alien nella scena in cui il comandante Butt rigetta un essere alieno dopo aver mangiato un uovo di provenienza sconosciuta. Tuttavia “Galaxina” viene ricordato come un piccolo cult, non per i meriti della pellicola, ma perchè costituisce la prima – e purtroppo l’ultima – interpretazione da protagonista dalla bella e sfortunata Dorothy Stratten” [MyMovie]

Curiosità

Voto

voto 2 di 5 (Attenzione, si può vedere, ma a proprio rischio e pericolo. Vedi sopra)

Dorothy Stratten
Dorothy Stratten

multimedia

Il trailer (in inglese)

Il film in tedesco

Il film in russo

Sottotitoli in Italiano e Inglese
https://www.sottotitoli.cc/film/1980-galaxina.html

Link esterni

La scheda di Galaxina (1980) da
La scheda di Galaxina (1980) da
La scheda di Galaxina (1980) da
La scheda di Galaxina (1980) da
La scheda di Galaxina (1980) da La scheda di Galaxina (1980) da

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.