FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 30: Guerra trai pianeti (1954)

Bentornati sulle pagine, un po’ ingiallite, di questa rubrica di fantascienza dei tempi andati. Oggi ci occuperemo di un film statunitense degli anni ’50, non molto famoso eppure, a suo modo, particolarmente interessante, vedremo dopo perché: Guerra trai pianeti (1954).

Locandina originale del film
Locandina originale del film

La sched(in)a

Titolo originale Killers from Space
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d’America
Produzione RKO
Anno 1954
Durata 71 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere fantascienza
Regia W. Lee Wilder
Soggetto Myles Wilder
Sceneggiatura Bill Raynor
Casa di produzione W. Lee Wilder Productions
Fotografia William H. Clothier
Montaggio William Faris
Musiche Manuel Compinsky

Locandina italiana
Locandina italiana

Il cast

* Peter Graves: Doug Martin
* James Seay: Colonnello Banks
* Steve Pendleton: Briggs
* Barbara Bestar: Ellen Martin
* Frank Gerstle: Dr. Kruger
* John Merrick: Deneb-Tala
* Shep Menken: Maggiore Clift
* Mark Scott: Narratore

Locandina dell’edizione in DVD statunitense
Locandina dell’edizione in DVD statunitense

Un po’ di storia

Douglas Martin è uno scienziato che lavora sui test nucleari militari. Durante un volo nel quale raccoglie i dati, Doug ha un incidente e l’aereo si schianta al suolo. Si riprende all’ospedale dei militari ritrovandosi incolume dall’incidente, tranne che per una strana cicatrice sul petto. Inoltre sembra non ricordarsi nulla dell’incidente e inizia a comportarsi in modo strano, così le autorità chiamano l’FBI sospettando che sia una spia del nemico. Viene così escluso dal suo stesso progetto.
I test atomici di Doug vengono comunque eseguiti a sua insaputa; quando los scienziato lo viene a sapere, ne ruba i risultati, torna in macchina alla zona dove il suo aereo si era schiantato e li nasconde sotto una roccia. Un agente dell’FBI assegnato alla sua sorveglianza lo cattura e lo riporta indietro.
In ospedale, Doug viene somministrato al siero della verità e racconta di essere stato catturato da una razza di extraterrestri provenienti da Astron Delta e portato nella loro base sotterranea. Secondo il suo racconto, questi alieni, dotati di occhi abnormi, pianificano di conquistare la Terra sterminando gli umani con i rettili e gli insetti diventati giganti a causa delle radiazioni prodotte dai test atomici.
Doug intuisce che gli alieni hanno utilizzato dell’energia elettrica rubata per controllare il loro potente apparato e hanno bisogno dei risultati del suo test nucleare per per poter controllarne l’energia, e che lo devono aver ipnotizzato per impossessarsi dei risultati e poi gli hanno cancellato la memoria. L’agente dell’FBI e il Colonnello Banks sono però increduli alla storia di Doug, così decidono di segregarlo nell’ospedale.
Con alcuni calcoli eseguiti con un regolo calcolatore (tempi analogici!), Doug determina che se disattiverà il generatore elettrico dal quale gli alieni prendono l’energia per almeno dieci secondi, causerà un sovraccarico alle loro apparecchiature. Doug riesce a sfuggire dall’ospedale, raggiunge il generatore elettrico e convince con la forza un tecnico a spegnerlo. Come aveva calcolato, la base sotterranea degli invasori alieni esplode salvando la Terra dalla minaccia.

Un regolocalcolatore (per tutti quelli nati dopo gli anni ’60)
Un regolocalcolatore (per tutti quelli nati dopo gli anni ’60)

Analisi

altra locandina italiana
altra locandina italiana
Bene l’inizio, molto documentaristico, con la voce fuori campo che illustra le fasi del testo atomico.
Il film poi svolta verso la paranoia spionistica con risultati non sempre validi.
E’ probabilmente la parte SF che pecca alquanto. Infatti, “questi alieni [in pratica dei portoghesi dell’universo] sono così avanzati che per far funzionare il laboratorio si sono attaccati alla rete elettrica terrestre” (Pellicoledall’abisso). Quindi hanno macchine fantascientifiche, ma hanno bisogno di rubare la corrente elettrica alle compagnie? Anarco-alieno-terroristi?

Gli improbabili alieni con gli occhioni
Gli improbabili alieni con gli occhioni

Curiosità

Il film fu distribuito in Italia dalla Globe Films International con un certo ritardo, nel 1957, doppiato dalla CDC.
La pellicola è entrata nel pubblico dominio negli Stati Uniti.
“Il film è ricordato soprattutto per la presenza degli alieni fasciati dalla testa ai piedi in tute di calzamaglia e muniti di due occhi grossi come due uova sode ed inespressivi come due grosse pietre” (Fantafilm)
Il film è firmato dal regista William Lee Wilder, fratello del grande Billy Wilder.

Le macchine degli alieni
Le macchine degli alieni

Voto

2 su 5 (Bel film che risente poco del trascorrere del tempo, da vedere assolutamente)

L’eroe pronto al sacrificio per il bene del mondo (sic!)
L’eroe pronto al sacrificio per il bene del mondo (sic!)

multimedia

Il trailer

Il film in italiano

Locandina italiana del film

Link esterni

La scheda di Guerra tra i pianeti su Wikipedia
La scheda di Guerra tra i pianeti su fantafilm.com
La scheda di Guerra tra i pianeti su Internet Movie Database, IMDb.com
http://www.pellicoledallabisso.com/2013/01/guerra-tra-i-pianeti-aka-killers-from.html
La scheda di Guerra tra i pianeti su Comingsoon.it
La scheda di Guerra tra i pianeti su Filmhorror

Guerra tra i pianeti è disponibile per il download o lo streaming gratuito, in inglese, su Moving Image Archive, Internet Archive. Qui invece i sottotitoli in varie lingue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *