FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETÀ DELL’ORO PUNTATA 75:

Ben ritrovati.
Questa rubrica, come ormai saprete, dà spazio alla fantascienza d’anta, non importa la loro qualità intrinseca o il loro successo al botteghino. Ma questa volta potremmo aver toccato il fondo. Stiamo infatti per recensire uno dei film più assurdi e balordi della fantascienza anni ’80, già estremamente “tarocco”: Apocalisse a FrogTown (1988).

La locandina del film
La locandina del film

La sched(in)a

* Julius LeFlore: Squidlips
* RCB: The Poor Dufus
* Roddy Piper: Sam Hell
* William Smith: capitano Devlin / conte Sodom
* Sandahl Bergman: Spangle
* Eyde Byrde: Patton
* Lee Garlington: ufficiale briefing
* Cec Verrell: Centinella
* Suzanne Solari: Runaway Girl
* Kristi Somers: Arabella
* Rory Calhoun: Looney Tunes
* Cliff Bemis: Leroy
* Nicholas Worth: Bull
* Brian Frank: comandante Toty
* Danelle Hand: Crosse

“Altra
Altra locandina

Il cast

* Julius LeFlore: Squidlips
* RCB: The Poor Dufus
* Roddy Piper: Sam Hell
* William Smith: capitano Devlin / conte Sodom
* Sandahl Bergman: Spangle
* Eyde Byrde: Patton
* Lee Garlington: ufficiale briefing
* Cec Verrell: Centinella
* Suzanne Solari: Runaway Girl
* Kristi Somers: Arabella
* Rory Calhoun: Looney Tunes
* Cliff Bemis: Leroy
* Nicholas Worth: Bull
* Brian Frank: comandante Toty
* Danelle Hand: Crosse

“Roddy
Roddy Piper con la “cintura di castità”

Un po’ di storia

Dieci anni sono trascorsi da quando, alla fine del XX secolo, il Big One, una guerra nucleare e batteriologica ha decimato l’umanità. Radiazioni e virus hanno provocato effetti devastanti, rendendo sterili la maggior parte degli uomini e dando vita ad una orrida razza di umanoidi mutanti, ibridi di rane. In questo scenario si muove Sam Hellman, soprannominato “Hell”, uno dei rarissimi maschi ancora fertili, che dispensa allegramente la sua virilità tra la popolazione femminile superstite. Per sfuggire al capitano Devlin che non ha gradito di vedere la propria figlia aggiungersi alla lunga lista delle sue “vittime”, Hell non ha altra scelta che arruolarsi nella Medtech, organismo creato dal governo per il ripopolamento della specie umana. Accusato di stupro, viene però salvato da agenti governative, a patto che entri nel programma di ripopolamento della specie. Gli viene quindi messa una cintura per il monitoraggio dell’apparato riproduttivo e viene spedito assieme all’infermiera Spangle e alla soldatessa Centinella a Frogtown, la città (in realtà una fabbrica e una miniera, sembra però una riserva per i nativi americani) in cui vivono delle rane evolutesi a causa delle radiazioni (mah!), dove il capo degli esseri rana Toty ha rapito un gruppo di giovani donne fertili. l trio salva una ragazza fuggita agli uomini rana, che li indirizza verso la città. Hell e Spangle, fingendosi schiavista e schiava, si introducono nella città fingendo di voler fare una vendita. Ma il luogotenente delle rane prende la donna e stende Sam. Una volta ripresosi, con l’aiuto di una ragazza rana infatuata di lui, la insegue ma viene catturato, mentre la donna viene preparata per la danza dei tre serpenti con il capo degli uomini rana.
Liberatosi con l’aiuto della ragazza rana, riesce a salvare Spangle e, mentre il capo degli uomini rana fugge, cercano di liberare le donne ancora prigioniere. Liberatisi delle guardie, fuggono da Frog Town con l’aiuto di un vecchio cercatore di uranio amico di Sam, che però muore durante la fuga per le ferite, a bordo del furgone rosa della Medtech. Vengono bloccati da un vecchio nemico di Sam, che si rivela essere il fornitore di armi alle rane, in cambio di uranio. Il criminale tiene tutti sotto minaccia ma viene sconfitto e ucciso da Sam. E’ poi la volta di Toty morire in uno scontro all’ultimo sangue con Sam

Analisi

La produzione è a basso costo, ma i costumi delle rane sono fatti abbastanza bene (per gli standard di questo tipo di film). Peccato per le scenografie affatto curate. La citazione di Casablanca è geniale e trash.
Film a basso budget, Apocalisse a Frogtown è diventato negli anni un film di culto, che punta tutto sull’ironia, non potendo contare sulla credibilità degli effetti speciali. Esordio cinematografico per il wrestler Roddy Piper. La danza sensuale della Bergman è assolutamente ridicola, come l’entrata di Sam a salvare la Bergman.

Recensioni

Quel che davvero resta è la netta sensazione che questo storyboard in mano ad un Castellari con la metà del budget a disposizione avrebbe probabilmente dato vita alla pietra miliare del post-atomico. (Film Brutti)
In pratica Donald va dicendo che, essendo abituato alle produzioni caserecce e a risparmiare anche sull’aria respirata per fare un film, tutti questi soldi non sapeva proprio dove metterli. Il risultato finale, oberato com’era da tutti questi quattrini, non è che l’abbia soddisfatto poi tanto… (Book and negative)

Curiosità

Per quanto possa sembrare strano, il film ha avuto due seguiti: Return to Frogtown, diretto da Donald G. Jackson, uscito nel 1993 e Toad Warrior, diretto da Donald G. Jackson e Scott Shaw, girato nel 1996 ma pubblicato solamente nel 2002 col titolo di Max Hell Frog Warrior.

Voto

voto 3 di 5 (da vedere, ma astenersi dal ridere troppo forte)

Un uomo rana armato di motosega
Un uomo rana armato di motosega

multimedia

Il trailer in lingua originale

Spezzone in italiano

Spezzone in inglese

Link esterni

La scheda di Apocalisse a FrogTown da Film per pochi (meglio)
La scheda di Apocalisse a FrogTown da My Movies
La scheda di Apocalisse a FrogTown da Wikipedia (ebbene, si, c’è anche una pagina di Wikipedia per questo capolavoro)
La scheda di Apocalisse a FrogTown da Fantascienza.com
La scheda di Apocalisse a FrogTown da Book and negative
La scheda di Apocalisse a FrogTown da Filmbrutti.com (e loro si che se ne intendono…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *