Comixcologia puntata 5: L’Uomo Ragno e gli Zoids(!?!)

Possibile che in uno stesso albo compaiano Spidwerman e gli Zoids? Ebbene si, e l’albo in questione è durato anche 51 numeri (cinquantuno!).
Cose che succedono nella perfida Albione.
La cover del n. 1 di Spiderman and Zoids
La cover del n. 1 di Spiderman and Zoids

I fumetti Marvel, malgrado la comunanza linguistica e culturale, non hanno mai veramente sfondato nella terra di re Artù. La prima serie Marvel UK di Spider-Man (che riproponeva le storie originali statunitensi) si interruppe nel Dicembre 1985 con il numero 666. Un discreto risultato, sebbene negli ultimi tempi il pubblico fosse drasticamente diminuito (da cui la chiusura della serie). Tuttavia, il parco lettori potenziale (e la massa di materiale a disposizione a prezzi contenuti) spinse la Marvel UK a lanciare una nuova testata con Spiderman, ma stavolta affiancandogli un comprimario di sicuro (?) appeal: gli Zoids.
Così, dopo appena tre mesi dalla chiusura della prima serie, ecco che esordisce una seconda serie dal titolo “Spider-Man and Zoids”.

Una tavola da Zoids
Una tavola da Zoids
Cosa avessero a che fare i robot giocattolo con l’arrampicamuri di quartiere non è dato sapersi e forse anche per questo la serie durò solo 51 numeri. Tuttavia, la serie ebbe il merito di pubblicare una striscia originale creata appositamente dalla Marvel UK (con protagonisti proprio gli Zoids) realizzata da autori inglesi, fra cui spicca un giovanissimo Grant Morrison.

La trama

Chi sono gli zoids?
Per un breve periodo, sono stati una linea di giocattoli molto famosa (con tanto di cartoni a rimorchio).
La loro origine è singolare: gli Zoids erano stati creati da una razza umanoide dalla pelle blu , gli Zoidaryans del pianeta Zoidstar. Questi giganteschi costrutti meccanici erano stati costruiti per conquistare e ridurre il schiavitù gli altri pianeti, finendo per consentire agli Zoydarians un vasto impero. Senza rivali contro cui scagliarsi, gli Zoids finirono così per combattere l’un contro l’altro, fino a sfiorare l’estinzione. Guidati da androidi e divisi in gruppi (rossi contro blu), vengono in contatto con la Celeste, una nave spaziale terrestre, che precipita sul pianeta degli Zoids nel 2274. Così, i superstiti terrestri si trovano a dover cercare di sopravvivere al naufragio e alla guerra senza quartiere fra i due contendenti.

Una cover della serie
Una cover della serie

Link utili

Pagina di wikipedia (ENG)
la scheda della serie nel database dei fumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.