Comixologia puntata 24: No place like home

Ben tornati sulle pagine della rubrica dedicata alle novità fumettistiche d’Oltreoceano. Come novità è un po’ “datata”, essendo stata pubblicata nel 2012, ma quella di oggi è una interessante rilettura del Mago di Oz: No place like home.

Copertina del n. 1
Copertina del n. 1

La scheda

Casa editrice: Image Comics
Testi: Angelo Tirotto
Disegni: Richard Jordan
Prima pubblicazione: Febbraio 2012
Miniserie di 5 numeri
Voto 4/5

Copertina del n. 2
Copertina del n. 2

La storia

La vita di Dee è in subbuglio quando i suoi genitori vengono uccisi apparentemente da uno strano tornado. Ritornata in Kansas dopo cinque anni a Los Angeles per il funerale, Dee scopre che Emeraldsville sembra un posto noioso ma nasconde un orribile segreto dietro a serie di bizzarri omicidi inspiegabili. Con un killer sconosciuto e mostruoso che si avvicina, gli eventi di una notte del 1959 iniziano a svelarsi mentre si apre un portale per un mondo di orrore, un portale pavimentato con mattoni gialli…

Copertina del n. 4
Copertina del n. 4

Analisi

La storia, in questo primo numero, è abbastanza stuzzicante da spingere alla lettura del seguito, introducendo il mondo post apocalittico in cui i personaggi vivono, ma senza approfondire o anche solo chiarire bene cosa sia l’Ondata e cosa succeda veramente agli uomini colpiti dal misterioso evento. I colori sono molto accesi e i disegni vivi e con un effetto sbozzato che ricorda le chine di Klaus Janson, indimenticabile collaboratore di Frank Miller su Daredevil.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.