Breve storia degli alieni parte quarta: Palle di fuoco e altre stranezze nei cieli del New Mexico

Subito dopo il caso Arnold, vi fu una prima ondata di avvistamenti notevole.
Ecco qualche esempio.

Una cometa o una fireball?Una cometa o una fireball? Continua la lettura di Breve storia degli alieni parte quarta: Palle di fuoco e altre stranezze nei cieli del New Mexico

COMIXOLOGIA FORGOTTEN HEROES OF COMICS PARTE 8: Silverblade (1987)

Benvenuti a questa nuova puntata degli eroi dimenticati dei fumetti d’Oltreoceano.
manchiamo da un po’, per cui oggi un pezzo da novanta, un personaggio poco conosciuto ma dalla storia affascinante e complessa: Silverblade, edito dalla DC Comics.

Cover n. 1
Cover n. 1

Continua la lettura di COMIXOLOGIA FORGOTTEN HEROES OF COMICS PARTE 8: Silverblade (1987)

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 46: L’impero delle termiti giganti (1977)

Ben ritrovati a questa nuova puntata della nostra fantascienza retrò.
Questa volta ci spostiamo negli anni ’70 con una pellicola del genere mostri giganti e radiazioni, molto di moda nei decenni precedenti ma che ormai sta tirando un po’ la corda (e si vede): L’impero delle termiti giganti (1977).

“Inquietantissima
Inquietantissima locandina della versione italiana

Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 46: L’impero delle termiti giganti (1977)

Breve storia degli alieni parte terza: L’affare Baird

Gli avvenimenti del caso Arnold destarono l’attenzione della popolazione degli USA, tanto che, gli avvistamenti si moltiplicarono rapidamente.

E’ una foto o un foto(montaggio)?
Continua la lettura di Breve storia degli alieni parte terza: L’affare Baird

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 45: I giganti invadono la Terra (1957)

Ben trovati.
Per questa settimana si torna negli States, con un film basato sull’incrocio fra effetti delle radiazioni e invasioni: I giganti invadono la Terra (1957)

Locandina italiana del film
Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 45: I giganti invadono la Terra (1957)

Breve storia degli alieni parte 2: Insabbiamenti parte prima

Salve a tutti, ci siamo ancora, non ci hanno rapito gli alieni, né gli uomini in nero. Eccoci con la nuova puntata della nostra breve storia degli UFO. E che cos’è la storia degli UFO senza una storia dei relativi insabbiamenti? Le due storie si sviluppano in parallelo, a volte incrociandosi in modo interessante. Ecco come tutto è cominciato…

Continua la lettura di Breve storia degli alieni parte 2: Insabbiamenti parte prima

Arduino per tutti parte terza: IDE o non IDE

Una volta installato, l’IDE si presenta in modo molto spartano, con un’interfaccia semplice, composta da:
1) Menu a tendina,
2) Pulsanti rapidi,
3) l’area di scrittura del codice e
4) l’area dei messaggi, in basso (Fig. 1).

Fig. 1. Pagina iniziale dell'IDE
Fig. 1. Pagina iniziale dell’IDE

Esaminiamo attentamente ciascun settore.
I pulsanti rapidi sono destinati alle azioni più comuni e ripetitive. Da sx verso dx sono, rispettivamente:
verifica,
carica,
nuovo,
apri,
salva,
monitor seriale (controllo delle porte e debug collegamenti, all’estrema destra).
Il menu a tendina contiene le voci:
File,
Modifica,
Sketch,
Strumenti,
Aiuto.

Le voci più interessanti sono sicuramente Sketch e Aiuto.
In Sketch, oltre all’ovvia voce verifica/compila, duplicata nelle scelte rapide, sono interessanti le voci “include libreria”, che consente di includere librerie esterne e quindi ampliare le possibilità di collegamento ed utilizzo della scheda Arduino, e la voce “Esporta sketch compilato”, che consente di trasferire e condividere solo lo sketch, per eventuali correzioni o prove.

Il menu Aiuto è molto variegato. Vi compaiono gli Aiuti relativi al programma, ma anche alle schede di espansione Galileo ed Edison.
Un discorso a parte merita la voce “Strumenti”, che contiene alcune voci fondamentali per il corretto funzionamento dell’IDE. Occorre infatti, prima di lanciare per la prima volta uno sketch, controllare la connessione alla porta seriale (“Monitor seriale”) e indicare con quale delle numerose schede Arduino-like si intende lavorare (Scheda: “Arduino-Genuino”).
Ecco, ora siamo pronti per iniziare a lavorare con la nostra Arduino.
Ops, peccato, il tempo e lo spazio a nostra disposizione sono scaduti.
Beh, alla prossima, gente!

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 44: Sette uomini d’oro nello spazio (1979)

Benvenuti ad una nuova puntata del nostro cinema di fantascienza che fu. In questa puntata si ritorna in Italia, negli anni ’70, con un film di ambientazione “simil StarWars”: Sette uomini d’oro nello spazio (1979).

Locandina statunitense del film
Locandina statunitense del film

Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 44: Sette uomini d’oro nello spazio (1979)

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 43: La cosa degli abissi (1989)

Nuova puntata domenicale della nostra carrellata sul cinema di SF, Stavolta, scendiamo fino al limite massimo del periodo considerato, il 1989, e di categoria, un B(Z) movie di derivazione ispanico-statunitense dal titolo “La creatura degli abissi”.

Locandina italiana del film
Locandina italiana del film

Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 43: La cosa degli abissi (1989)

Progetta con Arduino puntata 2: Un’occhiata all’IDE

Puntata veloce di Arduino, legata all’istallazione dell’IDE sul nostro pc.

Cos’è un IDE?

Un IDE (Integrated Development Environment, in italiano Ambiente di Sviluppo Integrato)) è un software che, in fase di programmazione, aiuta i programmatori nello sviluppo del codice sorgente di un programma.
In sostanza è l’ambiente dove possiamo inserire il nostro codice (con alcuni aiuti, come in alcuni l’autocompletamento) e poi possiamo andarlo ad eseguire.
Normalmente è un software che consiste di più componenti come un editor di codice sorgente (molto simile, in effetti, a notepad), un compilatore e/o un interprete (che trasforma il programma in software da scaricare sulla scheda), un tool di building automatico e, di solito, un debugger (che serve per controllare che ilprogetto funzioni ed individuare, eventualmente, gli errori nel codice).

Installate gente, installate…

Prima di lanciarci nella programmazione della nostra scheda, meglio dare prima un’occhiata al software, alle procedure di installazione e all’interfaccia grafica dello stesso. Si inizia con le procedure di installazione.
Il software per programmare il vostro Arduino è disponibile, come si è detto, per tutti i sistemi operativi più comuni, Windows, Mac e Linux. Il processo di installazione è diverso per le tre piattaforme, ma non molto complesso, almeno per Windows e Mac. Per Linux forse occorre faticare un po’ di più, ma lo vedremo in seguito.
In tutti i casi, comunque, occorre preventivamente recarsi sul sito web di Arduino (http://www.arduino.cc) e scaricare la versione dell’IDE per il sistema operativo preferito. La versione utilizzata per questi post è la 1.8 ma non vi sono sostanziali differenze con le versioni precedenti.

Ecco come si presenta la finestra di benvenuto in Windows 7.
Ecco come si presenta la finestra di benvenuto in Windows 7.

In Windows, la procedura da seguire comporta lo scompattamento del file rar in una cartella e il lancio dell’installatore dei drivers, contenuto nella cartella drivers, dpinst-x86.exe o dpinst-amd64.exe a seconda del fatto che il sistema operativo sia a 32 o 64 bit.
Ecco, l’installazione è tutta qui. Gli utenti windows possono saltare al prossimo paragrafo.

Per gli utenti Mac, la procedura non è molto dissimile. Dopo aver scaricato il file rar, basta copiare il file Arduino nella cartella Applicazioni del Mac (o dive preferiamo), cancellare il file rar e il gioco è fatto.
Per Linux, invece, occorre scompattare il file arduino-1.8.0-linux64.tar.xz o arduino-1.8.0-linux32.tar.xz.

Il sito di Arduino
Il sito di Arduino

Dal PC alla scheda

Per permettere all’IDE di Arduino di comunicare con la scheda, il sistema operativo ha bisogno di utilizzare i driver adatti alla scheda utilizzata.
Su Windows, collegare la scheda Arduino al pc tramite il cavo USB e poi attendere che la procedura guidata per l’installazione del nuovo hardware faccia il proprio compito, meglio se si è connessi alla rete internet.
Se si utilizza Windows XP o se non si è connessi alla rete internet si deve specificare la posizione dei driver.
La cartella dei driver si trova nella cartella scaricata e decompressa e poi in:

FTDI USB Drivers

Una volta installato il driver, farę partire la procedura di installazione guidata del nuovo hardware, poi seguire la procedura appena descritta.

Su OS X le ultime schede Arduino possono essere utilizzate senza altri driver. Se si usano schede più vecchie, allora si devono ricercare i driver. Cercarli nel file immagine scaricato e cercare il pacchetto

FTDIUSBSerialDriver (dove è il nuemro della scheda).

aprirlo con doppio click e avviare la procedura di installazione guidata.
Sulla maggior parte delle distribuzioni di Linux i driver sono già installati. Se si riscontrano problemi, ancora una volta, siccome potrebbe variare da distribuzione a distribuzione visitare la pagina ufficiale

Ecco un video riassuntivo per la versione Windows

Blog ufficiale del CSB