NeanderthaLazio

L’uomo di Neanderthal versione laziale abitava Sperlonga gia’ in un periodo compreso tra i 75.000 e i 35.000 anni fa (Paleolitico musteriano). La scoperta, di certo sensazionale, e’ stata compiuta da Marisa de’ Spagolis, direttrice del Museo Archeologico Nazionale, impegnata negli scavi della cosiddetta “Grotta di Tiberio” a Sperlonga.
La scoperta sara’ presentata ufficialmente al pubblico sabato 8 dicembre alla presenza della nuova Soprintendente per i Beni Archeologici del Lazio, Elena Calandra; il materiale rinvenuto, risalente a piu’ di 35.000 anni fa, sara’ esposto per due settimane.
Nella grotta i saggi degli archeologi hanno permesso di individuare un giacimento del paleolitico medio musteriano, in gran parte distrutto dagli architetti dell’imperatore Tiberio per la realizzazione della piscina circolare, parte centrale dell’allestimento della scenografica grotta-ninfeo. I materiali rinvenuti, relativi al Paleolitico Medio, sono caratteristici dell’industria litica detta “pontiniana“, che si differenzia per l’uso, come materia prima, di piccoli ciottoli marini silicei, lavorati per l’ottenimento di schegge e di spicchi da rifinire con percussione diretta. I materiali trovano confronti con quelli provenienti dalle Grotte del Fossellone e Guattari al Circeo. Si tratta di punte, raschiatoi, denticolati e bulini oltre a ciottoli su cui si vedono i distacchi per l’ottenimento di schegge e scarti di lavorazione. Sono presenti strumenti in selce attribuibili piu’ genericamente alla sfera musteriana, sempre del Paleolitico Medio. Numerose le ossa, in parte combuste, relative a diversi animali quali il cervo e il cavallo, che permettono di documentare l’uso della grotta come abitazione dell’uomo di Neanderthal e di conoscere il tipo di vita della comunita’.

Associazioni amiche: la rassegna Suoni 2012

La rassegna di scrittura e musica promossa dall’associazione culturale dry_art di Bologna, con la direzione artistica di Massimiliano Martines, approda alla V edizione e propone un ciclo di eventi, tutti rigorosamente gratuiti, che si svolgeranno dal 13 novembre al 18 dicembre, con cadenza settimanale – il martedì – confluendo all’interno di Portobello, la nuova iniziativa del Cassero Lgbt center, che promuove al suo interno il G.A.S., corsi di maglia e uncinetto e un mercatino indie del vintage e delle autoproduzioni sostenibili.
In tale contesto si inserisce dunque Suoni, proponendo una serie di spettacoli di teatro, musica e letteratura che traggono spunto da una critica alla contemporaneità e dal tentativo di recuperare uno sguardo inedito sull’esistenza, mettendo in moto pratiche e approcci inusuali o dimenticati.

Questo il calendario:
MARTEDÌ 13 NOVEMBRE
* nell’ambito della Settimana del Baratto

> teatro civile

ELENA GUERRINI in “Orti Insorti”

Un monologo di teatro civile di narrazione che affronta con serietà e ironia temi legati all’ambiente, alle lotte contadine, all’agricoltura biologica e alla decrescita felice. Lo spettacolo finisce con una festa e una cena campestre, con musica e cibo tipico della tradizione toscana contadina, una attrice -cuoca cucina in scena il minestrone che viene offerto al pubblico a fine spettacolo, insieme al vino e al pane. “Orti Insorti” ha debuttato a Luglio 2008 al festival di Castiglioncello, Armunia 08, ed è stato rappresentato con successo in oltre 100 repliche in festival e rassegne in Italia in Svizzera e Stati Uniti, dove è stato selezionato per il Green Award ’09, prestigioso premio dedicato agli spettacoli con tematica ambientale. È anche un libro edito da Stampa Alternativa – Nuoviequilibri.
Al termine dello spettacolo Elena presenterà la nuova pubblicazione “Bella tutta – i miei grassi giorni felici” (Garzanti ed.)

http://ilblogdielenaguerrini.blogspot.it/

MARTEDÌ 20 NOVEMBRE

* nell’ambito della Settimana del Baratto

> elettronica&poesia

“pixeldeuropa” di e con ALESSANDRO GULINO e MASSIMILIANO MARTINES

Un reading di poesia che prende spunto da alcuni testi editi e inediti scritti da Martines nel corso degli anni, report dei suoi viaggi in alcune città europee, da Budapest a Spalato, da Berlino a Poznan, da Lecce a Bologna. Ai versi si intrecciano le selezioni musicali e i suoni originali di Alessandro Gulino. Particolare rilevanza verrà data al trattamento della voce, non solo alla fonte, ma anche in fase di uscita, nel tentativo di coniugarla il più possibile al contesto elettronico e ai paesaggi sonori evocati.
http://it.myspace.com/gulinoalessandro
www.massimilianomartines.com

MARTEDÌ 11 DICEMBRE
> musiche originali

::: CONSORZIO LIQUIDO :::

Il Consorzio Liquido nasce dall’unione della Liquido Records, etichetta discografica fondata dai musicisti/produttori Vince Pastano, Antonello D’Urso, Max Messina e Ignazio Orlando, con bands/cantautori indipendenti residenti nell’area bolognese.
La necessità di promuovere musica originale si unisce alla speranza di poter riportare i fruitori della musica dal vivo fuori dall’ambito del “conosciuto” e a stupirli con proposte fuori dai canoni. Un “tour nomade” promuove in molti clubs l’iniziativa; ogni live prevede l’esibizione di due/tre cantautori alla volta e l’offerta libera del pubblico (come da anni succede in molte nazioni del mondo). Durante i live ci sarà la “Capitan Quintaele”, ovvero Tiziano De Siati e Paolo Porta, con una performance pittorica.

www.liquidorecords.com

GIUSEPPE GIROTTI in “Città sognate”
Canzoni come istantanee che raccontano il quotidiano, frammenti di immagini e piccoli gesti osservati e descritti in un attimo di sospensione, tra sonorità intime e tappeti di distorsioni, arpeggi di chitarre elettriche, pianoforti e piccoli inserti di elettronica, atmosfere sognanti, lampi elettrici e code strumentali che seguono una corrente psichedelica. Primo lavoro solista di Giuseppe Girotti, cantautore bolognese, totalmente autoprodotto e realizzato con la collaborazione di numerosi musicisti. www.myspace.com/giuseppe.girotti
BARBARA GOBBI in “Ciò che non posso avere”
Cantautrice e chitarrista, nel 2011 firma un contratto con Gabriele Rustichelli e l’etichetta indipendente Zetafactory, che il 27 maggio 2011 pubblica e distribuisce il suo primo disco, “Ciò che non posso avere” (Zetafactory/Venus/Believe), un progetto che racchiude 10 brani scritti tra emozioni provate e osservate da lontano. www.barbaragobbi.it

MARTEDÌ 18 DICEMBRE
> barbonaggio teatrale
“Fanculopensier’Off” con IPPOLITO CHIARELLO
Il protagonista un giorno lascia la sua Beretta Chevrolet ad un semaforo, con il motore acceso, e se ne va. In un albergo: stanza 510. Ma c’è un problema: la stanza 510 non c’è. Uno spettacolo che ha il sapore di un esperimento sull’anima, con tratti di commedia e con punte di amarezza e sofferenza. Lo spettacolo nasce dal forte desiderio di parlare del disagio cui spesso ci si trova a far fronte quando ci sembra di aver perso la capacità di distinguere ciò che realmente si desidera essere e si vuole fare da ciò che, in qualche modo, si fa perché imposto o perché conseguenza di una incapacità di dire i no giusti al momento giusto. E’ una sorta di imbuto in cui ci si sveglia una mattina e ci si accorge che “no” così come è la nostra vita non ci corrisponde più. Fanculopensier’Off, il teatro fatto a pezzi, s-venduto per “strada” a pezzi: c’è un listino, scelgo alla carta, vedo e porto a casa… prezzo totale della performance 65,00 euro, minimo sindacale per un attore… ogni pezzo di fanculo verrà venduto da 2 a 15 euro o barattato con quello che hai con te e che vuoi scambiare… all’improvviso, dove non ti aspetti… uno spettacolo, una protesta, un urlo….

www.ippolitochiarello.it

La Ciminiera n. 2 – 1997

Ecco il numero 2 dell’anno 1997 de la Ciminiera.
Gli articoli sono di Armando Giorno (Antonio Donghi, Asfaltare o rattoppare?), Franco Migliaccio (Società moderna e giovanilismo), Giancarlo Caroleo (la civiltà latina nella media: un’ottima idea), Giuseppe Aloisi (vecchia Catanzaro), Gianni Spinelli (Chi è Giangurgolo?), Paola Natali (Papi e antipapi calabresi), Maria Vittoria Amantea (…a proposito del Risorgimento), Lino Natali (arte e fumetto). Inoltre, lo spazio delle associazioni amiche, dedicato all’AISM (Associazione italiana sclerosi multipla), la rubrica Memorie, di Salvatore Rongone, e l’angolo della poesia, a cura di Marina Brugnolo.

La Ciminiera n. 2 anno 1997
La Ciminiera n. 2 anno 1997

Questo è il link per il download:
https://docs.google.com/open?id=0B-uJjObNj8DlQ1VXYy00cUo3Z0k

Archeoastronomia

Copertina libro Archeoastronomia
Copertina libro Archeoastronomia
Adriano Gaspani, docente di astronomia presso l’Università di Brera e da tempo collaboratore dell’associazione e della rivista “la Ciminiera” ha da poco pubblicato il volume “ARCHEOASTRONOMIA. La conoscenza del cosmo delle popolazioni antiche” (Collana Manualistica, Edizioni Associazione Culturale Fonte di Connla, Ivrea (TO), 365 pagine – Euro 15,00), dedicato ad un argomento interessantissimo quanto complesso e spesso frutto di equivoci e fraintendimenti, come anche di sfruttamento a copi sensazionalistici. In questo caso, la lunga esperienza e l’indubbia preparazione del professore ha saputo mantenere la trattazione rigorosa dal punto di vista scientifico eppure avvincente e chiara anche per un neofita. Il volume, diviso in due parti, racconta, nella prima sezione, “l’Astronomia che è bene sapere per interpretare i siti archeologici astronomicamente significativi”, per poi esaminare, nella seconda, 30 casi dal punto di vista archeoastronomico molto interessanti e significativi, distribuiti in tutto il mondo e che abbracciano un ampio periodo storico che va dal Neolitico fino al Medioevo.

50 di ponte Morandi

Il ponte Morandi in fase di costruzione
Mercoledì 26 ottobre, alle ore 16:30, presso i locali del Marca di Catanzaro, verrà presentata con un convegno la mostra sui 50 anni del ponte Morandi, celebre viadotto della città di Catanzaro. Alla manifestazione, curata dal comitato promotore, di cui fa parte, fra l’altro, il Liceo Scientifico “L. Siciliani” di Catanzaro, che vi contribuisce con un lavoro realizzato dai suoi alunni. Parteciperanno, oltre alle autorità, il dirigente del su citato Liceo, prof. Silvana Afeltra, e il geom. Nicola Santopolo, presidente del Collegio dei Geometri di Catanzaro.


Fra i relatori, il prof. Nicola Chiriano, docente di matematica e fisica del liceo, l’arch. Biagio Cantisani, presidente dell’Ordine degli Architetti e l’ing. Salvatore Saccà, presidente dell’Ordine degli Ingegneri. Modera il giornalista Davide Lamanna.

Corti di Memoria

Parte il concorso video “Corti di memoria. Segni privati (ma non troppo)” rassegna-concorso dedicata ai video “di famiglia”, realizzato dalla F.I.C.C. Federazione Italiana dei Circoli del Cinema Centro Regionale della Calabria, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Fata Morgana”, il Dipartimento di Filosofia e il Corso di Laurea in Comunicazione e Dams (UNICAL).
Il concorso è riservato a video realizzati in ambito familiare, che riguardino la sfera familiare/amicale, ma che contengano anche tracce storico-sociali e contestuali di evidente interesse collettivo. Verranno premiate le tre opere che mostreranno la migliore commistione estetica tra gli aspetti privati raccontati nei corti e le esperienze sociali comuni, all’interno delle quali gli stessi risultano inscritti.
Bando e scheda di partecipazione, in allegato, sono anche reperibili sul sito della FICC http://www.ficc.it/ (Centro Regionale della Calabria) e sul sito dell’associazione “Fata Morgana” www.fatamorganacinema.it, sezione Eventi.

Locandina Corti di Memoria Locandina Corti di Memoria[/caption]

La Ciminiera 2008

Iniziamo a pubblicare su questo blog le annate passate della rivista.
Ecco il numero 1 dell’anno 2008, uno speciale dedicato al mondo dei frattali e ai loro infiniti collegamenti.
Gli articoli sono di Raoul Elia, Anna Alfieri e Loredana Gimigliano. In chiusura della rivista, un articolo su un concorso ippico a Catanzaro e alcune vignette.

Ecco il link:
Ciminiera 2008 n. 1

Odisseo n. 0 è qui!!!

cover di Odisseo n. 0
cover di Odisseo n. 0
L’associazione di volontariato culturale Centro Studi Bruttium di Catanzaro, da sempre impegnata nella divulgazione delle nuove ricerche scientifiche, sempre in cerca di nuove soluzioni per diffondere cultura, ha deciso di varare una testata a carattere culturale in cui pubblicare le ricerche scientifiche che da tempo arrivano in redazione e che non hanno avuto adeguata collocazione nella rivista associativa “la Ciminiera”. Il nome della nuova testata di divulgazione scientifica è Odisseo, come l’eroe omerico, perché la testata si pone come lungo viaggio nei meandri della storia, dell’archeologia, delle scienze, alla ricerca delle nuove conoscenze, delle ricerche più avanzate. Una rivista a carattere fortemente scientifico, come testimonia anche il n. 0, che pubblica per la prima volta online gli Atti del Convegno Calabria antica ed Egitto, realizzato dall’associazione ADA nel 2004 e mai pubblicati online.
Per leggere gli articoli e scaricare la rivista, puoi andare alla pagina relativa
ODISSEO n. 0
oppure sul sito dell’associazione, centrostudibruttium.org

La Ciminiera n. 1 2011

cover della rivista la Ciminiera ano 2011 n. 1
cover della rivista la Ciminiera ano 2011 n. 1

La Ciminiera, la rivista associativa dell’associazione di volontariato culturale Centro Studi Bruttium, ogni anno si rinnova puntando a garantire informazione, ricerca, sperimentazione e nuove possibilità per ampliare la propria sfera di diffusione e farsi conoscere attraverso nuovi media, sicura che i suoi contenuti siano importanti e utili per un numero elevato di persone. Il numero 1 dell’anno 2011 presenta un menu variegato. Si apre con l’ultima puntata del serial articolo ab Urbe condita di Raoul Elia, che finalmente conclude la sua corsa esaminando gli eventi immediatamente precedenti e successivi alla nascita di Catanzaro nel contesto storico della Calabria del X secolo d. C. Si prosegue poi con un interessantissimo articolo dell’archeologo Roberto Murgano sulla medicina nell’Antico Egitto, i metodi di cura e il rapporto fra medicina e religione. Il terzo articolo riguarda le nuove scoperte delle neuroscienze, in particolare il rapporto fra l’amigdala e la memoria delle esperienze traumatiche, curato da Loredana Gimigliano. Chiudono il numero del 2011 le consuete storie di fantasmi calabresi, raccontate da Raoul Elia, che, questa volta, riguardano un palazzo storico della città di Catanzaro: palazzo Alemanni. Buona lettura a tutti
I link per leggere gli articoli o scaricare la rivista sono nella pagina relativa, cioè qui

Blog ufficiale del CSB