Archeoastronomia

Copertina libro Archeoastronomia
Copertina libro Archeoastronomia
Adriano Gaspani, docente di astronomia presso l’Università di Brera e da tempo collaboratore dell’associazione e della rivista “la Ciminiera” ha da poco pubblicato il volume “ARCHEOASTRONOMIA. La conoscenza del cosmo delle popolazioni antiche” (Collana Manualistica, Edizioni Associazione Culturale Fonte di Connla, Ivrea (TO), 365 pagine – Euro 15,00), dedicato ad un argomento interessantissimo quanto complesso e spesso frutto di equivoci e fraintendimenti, come anche di sfruttamento a copi sensazionalistici. In questo caso, la lunga esperienza e l’indubbia preparazione del professore ha saputo mantenere la trattazione rigorosa dal punto di vista scientifico eppure avvincente e chiara anche per un neofita. Il volume, diviso in due parti, racconta, nella prima sezione, “l’Astronomia che è bene sapere per interpretare i siti archeologici astronomicamente significativi”, per poi esaminare, nella seconda, 30 casi dal punto di vista archeoastronomico molto interessanti e significativi, distribuiti in tutto il mondo e che abbracciano un ampio periodo storico che va dal Neolitico fino al Medioevo.

50 di ponte Morandi

Il ponte Morandi in fase di costruzione
Mercoledì 26 ottobre, alle ore 16:30, presso i locali del Marca di Catanzaro, verrà presentata con un convegno la mostra sui 50 anni del ponte Morandi, celebre viadotto della città di Catanzaro. Alla manifestazione, curata dal comitato promotore, di cui fa parte, fra l’altro, il Liceo Scientifico “L. Siciliani” di Catanzaro, che vi contribuisce con un lavoro realizzato dai suoi alunni. Parteciperanno, oltre alle autorità, il dirigente del su citato Liceo, prof. Silvana Afeltra, e il geom. Nicola Santopolo, presidente del Collegio dei Geometri di Catanzaro.


Fra i relatori, il prof. Nicola Chiriano, docente di matematica e fisica del liceo, l’arch. Biagio Cantisani, presidente dell’Ordine degli Architetti e l’ing. Salvatore Saccà, presidente dell’Ordine degli Ingegneri. Modera il giornalista Davide Lamanna.

Corti di Memoria

Parte il concorso video “Corti di memoria. Segni privati (ma non troppo)” rassegna-concorso dedicata ai video “di famiglia”, realizzato dalla F.I.C.C. Federazione Italiana dei Circoli del Cinema Centro Regionale della Calabria, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Fata Morgana”, il Dipartimento di Filosofia e il Corso di Laurea in Comunicazione e Dams (UNICAL).
Il concorso è riservato a video realizzati in ambito familiare, che riguardino la sfera familiare/amicale, ma che contengano anche tracce storico-sociali e contestuali di evidente interesse collettivo. Verranno premiate le tre opere che mostreranno la migliore commistione estetica tra gli aspetti privati raccontati nei corti e le esperienze sociali comuni, all’interno delle quali gli stessi risultano inscritti.
Bando e scheda di partecipazione, in allegato, sono anche reperibili sul sito della FICC http://www.ficc.it/ (Centro Regionale della Calabria) e sul sito dell’associazione “Fata Morgana” www.fatamorganacinema.it, sezione Eventi.

Locandina Corti di Memoria Locandina Corti di Memoria[/caption]

La Ciminiera 2008

Iniziamo a pubblicare su questo blog le annate passate della rivista.
Ecco il numero 1 dell’anno 2008, uno speciale dedicato al mondo dei frattali e ai loro infiniti collegamenti.
Gli articoli sono di Raoul Elia, Anna Alfieri e Loredana Gimigliano. In chiusura della rivista, un articolo su un concorso ippico a Catanzaro e alcune vignette.

Ecco il link:
Ciminiera 2008 n. 1

Odisseo n. 0 è qui!!!

cover di Odisseo n. 0
cover di Odisseo n. 0
L’associazione di volontariato culturale Centro Studi Bruttium di Catanzaro, da sempre impegnata nella divulgazione delle nuove ricerche scientifiche, sempre in cerca di nuove soluzioni per diffondere cultura, ha deciso di varare una testata a carattere culturale in cui pubblicare le ricerche scientifiche che da tempo arrivano in redazione e che non hanno avuto adeguata collocazione nella rivista associativa “la Ciminiera”. Il nome della nuova testata di divulgazione scientifica è Odisseo, come l’eroe omerico, perché la testata si pone come lungo viaggio nei meandri della storia, dell’archeologia, delle scienze, alla ricerca delle nuove conoscenze, delle ricerche più avanzate. Una rivista a carattere fortemente scientifico, come testimonia anche il n. 0, che pubblica per la prima volta online gli Atti del Convegno Calabria antica ed Egitto, realizzato dall’associazione ADA nel 2004 e mai pubblicati online.
Per leggere gli articoli e scaricare la rivista, puoi andare alla pagina relativa
ODISSEO n. 0
oppure sul sito dell’associazione, centrostudibruttium.org

La Ciminiera n. 1 2011

cover della rivista la Ciminiera ano 2011 n. 1
cover della rivista la Ciminiera ano 2011 n. 1

La Ciminiera, la rivista associativa dell’associazione di volontariato culturale Centro Studi Bruttium, ogni anno si rinnova puntando a garantire informazione, ricerca, sperimentazione e nuove possibilità per ampliare la propria sfera di diffusione e farsi conoscere attraverso nuovi media, sicura che i suoi contenuti siano importanti e utili per un numero elevato di persone. Il numero 1 dell’anno 2011 presenta un menu variegato. Si apre con l’ultima puntata del serial articolo ab Urbe condita di Raoul Elia, che finalmente conclude la sua corsa esaminando gli eventi immediatamente precedenti e successivi alla nascita di Catanzaro nel contesto storico della Calabria del X secolo d. C. Si prosegue poi con un interessantissimo articolo dell’archeologo Roberto Murgano sulla medicina nell’Antico Egitto, i metodi di cura e il rapporto fra medicina e religione. Il terzo articolo riguarda le nuove scoperte delle neuroscienze, in particolare il rapporto fra l’amigdala e la memoria delle esperienze traumatiche, curato da Loredana Gimigliano. Chiudono il numero del 2011 le consuete storie di fantasmi calabresi, raccontate da Raoul Elia, che, questa volta, riguardano un palazzo storico della città di Catanzaro: palazzo Alemanni. Buona lettura a tutti
I link per leggere gli articoli o scaricare la rivista sono nella pagina relativa, cioè qui

Cultura della politica, politica della cultura 3

Facciamo un esempio: la raccolta differenziata. E’ noto a tutti che l’Italia non riuscirà a mantenere gli impegni in materia di raccolta differenziata. Meno noto è che esiste un divario abissale fra aree regionali, ma anche fra province e comuni. Da cosa è dettato questo divario? Sicuramente una parte importante del fallimento o del successo è legata alla strategia adottata da enti locali e territoriali. Le esperienze vincenti, pur se variegate nelle strategie, convergono nel puntare chiaramente al coinvolgimento attivo della popolazione.

Politica della cultura, cultura della politica 2

Gli operatori del settore politico dovrebbero cercare di impostare la loro azione politica ad un semplice principio: lavorare con e per la popolazione. Cerchiamo di capire cosa vuol dire questo principio: lavorare per il popolo dovrebbe essere abbastanza chiaro, ma nepatleremo in seguito. In questa fase, ci interessa piuttosto chiarire cosa vuol dire CON il popolo.
Chi governa dovrebbe sempre tenere presente la popolazione, certo, ma come? Soprattutto nelle questioni sensibili, il rapporto con la popolazione è delicato ed importante. Non è solo l’appoggio passivo, spesso ottenuto con la manipolazione delle informazioni, ma la convergenza di interessi che porta governanti e governati ad agire in sincronia. E questa è una strada difficile da seguire…

Blog ufficiale del CSB