Bonifica e Cultura Idraulica 3

ACQUA:
REALTÀ O MIRAGGIO IN TERRA DI CALABRIA?

Il vasto paesaggio steppico che rende similari molte nostre
contrade, soprattutto della fascia ionica, con aree tipiche
delle regioni del Nord Africa o dell’Asia, inducono o possono
indurre, di primo acchito, l’osservatore od il viaggiatore nel
ritenere la terra Bruzia o gran parte di essa come carente o priva
di risorse idriche.
In verità, la situazione, potenziale e reale, relativa alla
disponibilità idrica nella nostra regione non avvalora questa prima
impressione percepita da chi non si premura, in un momento
successivo, di approfondire l’indagine sul tema del “patrimonio
idrologico” posseduto da questa terra.
Pertanto, la tematica o problematica sicuramente si presta
ad essere meritevole di studi, conoscenze ed informazioni
considerando la “vitale” risorsa idrica in connessione non
solo con le attività redditive dell’economia locale ma anche e
soprattutto con le necessarie ed improcrastinabili esigenze degli
insediamenti civili, delle città e paesi.
Il nostro dossier non prende corpo, perciò, dai tanti tomi di
carattere amministrativo, giuridico, finanziario ecc. connessi
all’uso di questo elemento naturale del protocosmo, ma da un
percorso culturale che si snoda dall’Ecologia in rapporto al poco
noto ”Mondo dell’Acqua”, nelle sue variegate forme che nel
nostro ecosistema territoriale hanno generato suggestivi luoghi
e scenari antropologici.

Mario DOTTORE – Antonio CORTESE

SALVA-LEGGI: iDossier n. 09 BONIFICA Terza parte


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

L’antica Cappella Gerosolimitana

Nell’ambito della storia della Cristianità e dell’Umanità,  il Concilio di Efeso, terzo nella serie cronologica della Chiesa Cristiana, segnò in mondo indelebile un netto confine tra la” concezione” pagana rispetto alla cristiana  nell’ inquadrare  la figura della donna nel tessuto sociale e famigliare. I temi, messaggi e contenuti fondamentali del Concilio, nella forza evocatrice di tante dolci e belle icone della B.V.M. si scontrano oggi,  apertamente e drammaticamente,  con una quotidianità di vita purtroppo contrassegnata  da una generalizzata “moda ginecida”, tendente pertanto all’eliminazione fisica di uno stuolo sempre più numeroso di  donne,  ritenute oramai   “scomode” a giudizio dei loro” partners”. Si avverte dunque la necessità ed ancor più l’utilità, per così dire, di riprendere quel  “cammino verso Efeso” connotato dalla preminente e singolare  centralità dell’ “Universo Femminile” sancita da secoli.   Su tali premesse, le fonti documentali e notiziarie  ci consegnano ancora,  con nitidezza, i momenti salienti dello svolgimento delle sedute conciliari ad Efeso, scandite da tensioni, diatribe teologiche e contrapposizioni dottrinali, al di sopra delle quali tuttavia  prevalse  la forte voce  del Patriarca di Costantinopoli  Cirillo. Infatti, con tutta la sua autorità e dignità, egli intonò, innanzi ai vescovi adunati in Concilio, l’inno di glorificazione della Vergine, salutandola Madre di Dio.

M. Dottore – A. Cortese

SALVA-LEGGI: iDOSSIER  di Mario Dottore e Antonio Cortese – 06


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

La Ciminiera – Ottobre 2021

Questo mese di Ottobre è  dedicato ad un valente artista contemporaneo Calabrese “Pino PINGITORE”,  inoltre, nel corso del mese, riproporremo, in un Quaderno,  un altro grande artista dell’ottocento Catanzarese: Francesco CRISTINI, (firmato Angelo DI LIETO e distribuito gratuitamente alla mostra tenutesi nella Galleria di Arte Moderna “Le Nove Muse” del Centro Studi Bruttium, nel lontano Agosto 1998).
Non anticipiamo tutto per non farvi perdere le piacevole sorprese.
Buona lettura e ricordate che il Bruttium riceve tutti coloro che amano condividere le loro esperienze.

Contenuti de La Ciminiera – Ottobre 2021

Pag – Titolo (Autore)
03 – Qualche domanda a Pino Pingitore (Lino Natali)
07 – Pino Pingitore. Ritratto d’artista senza figure (Raoul Elia)
09 – All’artista Pino Pingitore ( Angelo Di Lieto)
11 – Del Morire in solitudine (Antonio Iannicelli)
16 – La Foresta di Katyn (Angelo Di Lieto)
20 – La Licantropia tra storia e leggenda (Domenico Caruso)
24 – BASTET – La Dea felina (Greta Fogliani)
27 – Metaphore Snodate (Milena Manili)
28 – Jean-Frédéric Bazille (Roberto Cafarotti)
30 – La dieta della popolazione romana di Ercolano (Daniele Mancini)
32 – L’assedio di Rodi (1522) – La sconfitta dei Cavalieri (Gabriele Campagnano)
44 – Gli Alieni della Fortuna (Raoul Elia)
48 – Lo stupido (Giano)
55 – Il libro del mese (Francesca Ferraro)
56 – Vendemmia 2021 (Mario Dottore e Antonio Cortese)

Salva-Leggi: La Ciminiera – Ottobre 2021


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A4
Il Formato A4 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 21,0 cm x 29,7 cm
in millimetri è 210 mm x 297 mm
in pollici è 8,3 in x 11,7 in

Legion Of Super-Heroes

Legion Of Super-Heroes – Le Nuvole vol. 03

La Legione dei Supereroi è uno dei gruppi più longevi del mondo
dei comics d’Oltreoceano, potendo vantare una storia ormai più
che cinquantennale. Tuttavia, ciò che rende la legione unica è che
anche il super gruppo più numeroso (oltre trenta membri nella sua
fase migliore) e uno dei più complessi (probabilmente il più complesso) come storia e cronologia. Quest’ultima, poi, è stata più volte rivista e sconvolta, ma gli scrittori hanno sempre inteso mantenere legami con la lunghissima tradizione del Trentunesimo secolo e del suo gruppo di giovani eroi, conservandone o alterandone alcuni aspetti per renderli più adatti ai mutati gusti del pubblico, ma cercando di mantenere traccia delle modifiche. Una traduzione, dunque, lunga e non sempre facile da sviscerare. Tradizione che ha inizio su Adventure Comics numero 247 del 1958.

Raoul ELIA

LEGGI-SALVA – iQuaderni delle Nuvole n. 03


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

Il Mito – L’Opera Segreta e la Ricerca Segreta

Chi ha avuto la fortuna di conoscere Giuseppe Cosco non può che ricordarlo con affetto e ammirazione per la sua perspicacia e competenza che riversava nelle sue posizioni sia esse esoteriche che professionali. Con lui ho organizzato diversi incontri-dibattito, sia nella sede del Bruttium che in altri siti, e pubblicato diversi suoi scritti. L’ultimo lavoro che mi ha dato è questo “Il Mito – l’Opera e la ricerca segreta” che ripubblico a sua memoria (Nel 2002 durante un’udienza, nel tribunale di Catanzaro, dove stava presentando una perizia grafologica, si è improvvisamente accasciato, colpito da un infarto). Mi propongo di farvi leggere successivamente “Stress, malattia e scrittura” (distribuito gratuitamente alla conferenza “Scrittura e personalità” del 20-02-2001) e “Tutto quello che non vi hanno detto sul FLUORO“. Buona lettura.

LEGGI-SALVA : Il Mito – L’Opera Segreta e la Ricerca Segreta


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

L’altopiano Silano

Le vicende storiche, economiche e sociali
delle FORESTE MEDITERRANEE

La storia delle foreste della Sila è strettamente legata alle vicende dell’antico e vasto Demanio Montano Statale.
La ben nota ed importante “Questione” dei Demani Silani ha infatti una lontana origine, meritevole di alcuni  cenni chiarificatori.
La Sila (dall’osco Elce o montagna di Zeus cfr. Rogliano ), imponente massiccio granitico, si presenta come un ampio altopiano, con quote variabili dai 900 m. s.m. c.a. ai 1930 m. s.m. c.a. del monte Botte Donato e con un “rangefitoclimatico compreso tra il “Castanetum” ed il “Fagetum“.
Si estende su oltre 100.000 ha, compresi per la maggior parte in provincia di Cosenza (una volta Calabria Citeriore) e per il resto in provincia di Catanzaro (una volta Calabria Ultra II).
La morfologia è generalmente contrassegnata da un susseguirsi di valli e monti, ricchi di numerose sorgive e che, fino al passato più prossimo, erano prevalentemente ricoperti, più densamente che all’attualità, da rigogliosi boschi(puri o misti) di Pino laricio, Faggio, Abete bianco ed Ontani vegetanti  lungo i corsi d’acqua o nelle zone acquitrinose  o umide.
In questi boschi facilmente si afferma la rinnovazione naturale a testimonianza di un vitale “optimum climatico“.

Mario Dottore

LEGGI-SALVA : iDossier n.ro 04-2021


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

 

La Ciminiera – Settembre 2021

Per continuare a proporre sempre nuovi punti di riflessione e spunti di approfondimento culturale si è pensato di chiedere una maggiore partecipazione a chi ci segue. Questo richiamo, ad una più larga partecipazione, dovrebbe corrispondere ad un arricchimento delle proposte editoriali.
Vorremmo, ad esempio, aprire un più ampio spazio di discussione sul mondo dei Comics dando possibilità ad autori e disegnatori di presentare le loro opere con una degna veste editoriale.
Tanto per ricordare, anche a noi stessi, organizzammo, nel lontano 1997 un corso didattico dal titolo “Il fumetto e i giovani” avente come docente, tra gli altri, il giovane Lucio Parrillo (illustratore oggi affermato) e chiuso con una stupenda mostra dei lavori prodotti e la nascita di nuovi ed entusiasti giovani disegnatori. (potete visionare il resoconto sul nostro sito storico).

La rivista di questo mese è dedicata all’Artista catanzarese Claudio Pistoia. Artista che sa rappresentare, anche in modo ironico, i sentimenti più nascosti e più sinceri del nostro animo.
L’ultima sua interpretazione stilistica lo distingue e lo rende unico nel panorama artistico e, come dice lui, “ormai non ho bisogno di firmare per far capire che è una mia opera”. Condivido!
All’interno troverete alcuni interventi dello scrittore e saggista Antonio Iannicelli che sono anche l’inizio di una graditissima e preziosa collaborazione.
Per questo numero avevamo predisposto una seconda possibile copertina, la proponiamo in quarta, dove il guardare in su definisce un ascesa che rompe anche la composizione grafica.
Alla prossima.

LEGGI-SALVA La Ciminiera settembre 2021 – Claudio Pistoia


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A4
Il Formato A4 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 21,0 cm x 29,7 cm
in millimetri è 210 mm x 297 mm
in pollici è 8,3 in x 11,7 in

Nel mondo di Dante – Amore, esoterismo, espiazione e deità


La Divina Commedia è senz’altro l’opera più importante della nostra storia letteraria.
Dante è considerato il padre della lingua italiana: in quanto tale, rappresenta un elemento decisivo per la nostra identità nazionale.
La sua opera accomunò davvero gli Italiani, molto prima e più profondamente del Tricolore e di Fratelli d’Italia.
La Commedia infatti ha costituito, e costituisce ancora oggi, un’opera capace di coinvolgere tutte le classi sociali e di attraversare i secoli, presentandosi come modello di vita oltre che come classico.
Nonostante sia un prodotto dell’epoca medievale, rappresenta un capolavoro ancora vivo e vitale, riferimento indispensabile per generazioni e generazioni di scrittori e di intellettuali. Non è giusto presentare il poema dantesco come l’ultima sintesi di un passato concluso; esso rappresenta piuttosto l’atto di nascita di un nuovo modo di rappresentate la realtà e di fare letteratura.
Molte cose migliorano con il tempo. Ma Dante fa eccezione.
Come ha scritto Montale, “Dante è arrivato per primo, ha fatto il pieno e per gli altri la benzina è stata scarsa. Dante non può essere ripetuto, esempio massimo, egli resta estraneo ai nostri tempi, ad una civiltà fondamentalmente irrazionale. Poeta concentrico, Dante non può fornir modelli ad un Mondo che si allontana progressivamente dal centro e si dichiara in perenne espansione perciò la Commedia è e resterà l’ultimo miracolo della poesia mondiale”.

P. Spaccaferro – A. Di Lieto

SALVA-LEGGI iQuaderni Speciale Dante


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

La Ciminiera Speciale: Dante (1321-2121)

E’ con piacere che il CSB distribuisce gratuitamente il contributo che uomini di cultura e artisti Calabresi hanno dato vita con lo scopo di omaggiare il sommo poeta Dante Alighieri.
Il progetto nato nello spirito di aggregazione culturale che il Bruttium promuove da oltre 26 anni sul territorio calabrese si compone di due pubblicazioni:
La Ciminiera. Ieri, oggi e domani e iQuaderni del Centro Studi Bruttium che raccolgono gli interventi di:
Antonio ANZANI, Pierfranco BRUNI, Domenico CARUSO, Angelo DI LIETO, Raoul ELIA, Antonio FERA, Luigi LAROSA, Pasquale NATALI, Ulderico NISTICO’, Maurizio PAPARAZZO, Patrizia SPACCAFERRO, Anna VERALDI
e le opere di:
Antonio ALFIERI, Benito CRISTINI, Katia CRISTINI, Angelo DI LIETO, Paolo PANCARI DORIA, Vincenzo STARTARI, Cesare Augusto TAVERNA.
Abbiamo trasformato questa ricorrenza in una bella sfida che certamente, valutate anche voi, abbiamo sicuramente vinto. Questi Speciali Dante, sono la testimonianza che dati i giusti stimoli l’aggregazione culturale ancora è possibile. Noi del “Bruttium” ci abbiamo sempre creduto ed è anche per questo che dopo 26 anni siamo ancora qui, con voi, a dar vita a momenti come questi.
I volumi sono disponibili gratuitamente il 23 e il 25 agosto sul sito associativo www.centrostudibruttium.org e sulla pagina Facebook “La Ciminiera”.

SALVA-LEGGI: La Ciminiera Speciale Dante 2021


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A4
Il Formato A4 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 21,0 cm x 29,7 cm
in millimetri è 210 mm x 297 mm
in pollici è 8,3 in x 11,7 in

La nostra copertina commemorativa opera del prof. Vincenzo STARTARI a cui vanno i nostri ringraziamenti e i complimenti per la pregevole opera. Presentazione, in anteprima, del Super Eroe italiano “Dante”


La leggenda del VRIL

Alle origini del Vril:
ovvero tutto nacque da alla fantascienza
(ante litteram…)

Come inizia la storia del Vril?
E’ una storia strana, che non parte dall’esotica e remota India dei tempi andati, come si potrebbe pensare, ma dalla più vicina e prosaica “perfida Albione” dell’Ottocento. Il termine, infatti, deriva direttamente da una novella dello scrittore, drammaturgo e politico britannico Edward Bulwer-Lytton (per altro, autore delle celebri frasi “Era una notte buia e tempestosa” (nel romanzo “Paul Clifford”), “la penna è più potente della spada”) dal titolo “The Coming Race” (La razza ventura), scritta nel 1871. Il romanzo, destinato a segnare la fine del XIX secolo ma anche il secolo che seguirà, con spunti che arrivano fino ad oggi, appena pubblicato non ebbe un grande successo, ma il suo indubbio fascino emerse solo parecchi anni dopo, tanto che in Italia venne pubblicato per la prima volta nel 1898, “solo” ventisei anni dopo la sua prima edizione inglese, ebbe grande successo, soprattutto per ragioni “esoteriche”.

Raoul ELIA

LEGGI-SALVA : iQuaderni del C.S.B. –  La Leggenda del Vril


Per eventuale stampa il formato della pagina è un A5
Il Formato A5 ha le seguenti dimensioni:
in centimetri è 14, 8 cm x 21,0 cm
in millimetri è 148 mm x 210 mm
in pollici è 5,8 in x 8,3 in

Blog ufficiale del CSB