Archivio 4Fogli – Anno 2002-01 numero 01

testataWe Shall Overflow (noi ce la faremo)

Eccoci qui, pronti e impazienti di cominciare.

Dopo un po’ di tempo, legato alle difficoltà dell’impegno che un quindicennale presenta piuttosto che alla nostra incuria e al nostro disimpegno, siamo tornati, “insieme per la prima volta”, a parlarvi dalle pagine di questi quattro fogli.
Quattro fogli, quattro piccoli fogli che vorrebbero raccogliere le idee, le opinioni, le notizie che riguardano i problemi della città, seguendo le vicissitudini di quegli argomenti che interessano voi lettori e noi redazione, che interessano (o dovrebbero interessare) tutti gli abitanti di Catanzaro.
Quattro fogli di informazioni che riguardano la città, la sua vita, i suoi abitanti, che ogni giorno raccontano e ascoltano storie, che vedono con i loro occhi (o fanno finta di non vedere) il degrado urbano, la sofferenza, ma anche la buona volontà e l’impegno di cambiare, che subiscono sulla propria pelle ingiustizie e soprusi (piccoli o grandi che siano), che ricevono premi e ricompense (più o meno meritate, più o meno vere).
Quattro fogli che cercano di proporre, in un panorama già affollato di giornali e riviste locali, in cui trovano spazio (più o meno approfonditamente) le notizie del capoluogo di regione, uno momento di riflessione e approfondimento sui (grandi e piccoli) problemi che affollano la nostra città.
Quattro fogli aperti alla collaborazione di tutti, perché la città è di tutti, di tutti quelli che ci abitano, che la vivono, che, più o meno faticosamente, ogni mattina escono dalle loro confortevoli case per portare avanti un’altra giornata di lavoro o di studio in questa città piena di traffico, di smog e di uffici ma vuota di alberi, parchi-giochi per bambini ed occasioni di incontro per giovani e meno giovani.
Quattro fogli. Quattro piccoli fogli. Che diventeranno la vostra voce, la cassa di risonanza dei vostri  dubbi, delle vostre domande, delle vostre perplessità, delle vostre richieste, che faremo nostre se vorrete seguirci in questa nuova, fantastica avventura.
Quattro fogli, ricordate, solo quattro piccoli fogli di carta, fitti fitti di caratteri tipografici neri di inchiostro, che riportano la vostra voce, se ci accorderete il vostro consenso e la vostra benevola accoglienza e ci aiuterete a far crescere e decollare questo giornale.
Tutto qui, quello che volevamo dirvi. Del resto, lo spazio è tiranno, sono “solo”  Quattro fogli.
Ci si rivede fra quindici giorni…

Per leggere  4fogli_01_01

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *