Archivi categoria: Catanzaro

Mikis Theodorakis

iQuaderni n.ro 10 /2021 – Mikis Theodorakis

LEGGI-SALVA – iQuaderni n.ro 10-2021

Nel 2003 donai al Museo Nazionale di Arte Moderna di Atene un quadro (70×100), realizzato con tecnica mista, rappresentante un Cristo Trionfante, a seguito del quale fui invitato a presentare una mostra personale dal 29 maggio al 17 giugno 2003.
Ebbi un notevole successo anche per la presenza del Sindaco di Atene, della Direttrice del Museo Dèmetra Hermeìdou e di numerosi artisti come Aris Mavronikolas, di Stàmos Kephalos, di Maria Aslane, che faceva parte del Comitato Olimpico greco del 2004 e che presentava dei suoi bozzetti per l’esposizione e di altri insigni e pregevoli cultori d’arte.
In quella circostanza, su invito, partecipai ad un concerto di musica classica nel Teatro Principale di Atene, dove tra una folla festosa, emozionata ed osannante, ebbi modo di conoscere, a fine esibizione, il grande compositore e direttore d’orchestra Mikis Theodorakis.
Nell’occasione fui anch’io coinvolto sia da questo delirio travolgente dei presenti e sia dalla grandiosità della Persona, per cui decisi di fargli avere come ricordo e stima un mio quadro, con tecnica mista, raffigurante una nobildonna dell’antica società italiana. Dopo qualche giorno, in segno di gratitudine, mi venne consegnato un suo libro di poesie con dedica, scritto in greco, e due suoi spartiti musicali con foto autenticate, che custodisco come rari cimeli.
Da molti anni io ascoltavo le sue musiche d’amore e contro la guerra e nell’ascolto mi rammaricavo sempre delle sofferenze fisiche e morali che aveva dovuto sopportare ramengo nelle terribili prigioni greche, continuamente arrestato ed incriminato come rivoluzionario e istigatore del popolo greco, represso nella piena libertà e democrazia.
Quando rientrai in Italia, nacque in me il grande desiderio di scrivere una sua breve biografia, che ora dopo tanti anni ripropongo alla luce dei nuovi tragici avvenimenti storici vissuti dall’attuale popolo greco.

Angelo Di Lieto

La Ciminiera – Maggio 2021

LA CIMINIERA – MAGGIO 2021

In questo numero:

Daniele Mancini – Maggio Romano, il mese della Maiestas;
C. Croci e E. Lanzalone – Arcieri Saraceni
D. Mancini – Venere Steatopigia, nuove teorie
Anselmo Pagani Racconta…
Raoul Elia – I continenti perduti: Lemuria
Angelo Di Lieto – Il periodo dei Normanni nel Sud
Giano – Come nasce… e muore un’isola
Greta Fogliani – “Il cavaliere senza morte” di Davide Van de Sfroos
Antonio Anzani – Europa: il peso della storia

LEGGI/SALVA – La Ciminiera” Maggio 2021


“REGOLO BOEMETTO” – Benvenuti

Dedichiamo questo numero della rivista a due nuovi amici che hanno accettato l’invito di collaborazione con “La Ciminiera“. Una veloce presentazione : “Cesare Croci ed Enrico Lanzalone, classe 1994, hanno frequentato insieme il liceo classico Ernesto Cairoli di Varese, per poi laurearsi in Scienze Storiche e Giurisprudenza. Attualmente sono in servizio nella Polizia Locale e curano la pagina Regogolo Boemetto, dove scrivono di storia antica, medievale, moderna e contemporanea. Inoltre rievocano le popolazioni celtiche e leponzie dell’arco alpino del III-II secolo a.C. e la fanteria leggera napoleonica“.
A Regogolo Boemetto il nostro grazie e il benvenuto da parte di tutto il Centro Studi Bruttium. Ai nostri lettori-amici-associati ho anche il piacere di fornire i link del Blog e di facebook per poter seguire tutte le loro preziose ricerche passate e future.

https://www.facebook.com/regogoloboemetto/
https://regogoloboemetto.blogspot.com/

Le liete novelle non sono finite qui perchè questo mese vi abbiamo preparato un quaderno speciale e in esclusiva del nostro amico Mario Dottore dal titolo “Il Testamento epigrafico e l’eredità dei vigneti aminei di Manio Megonio a Petelia (Strongoli) ” e a seguire i secondi volumi de “Misteri di Calabrie” di Raoul Elia e “Storia e Folklore Calabrese” di Domenico Caruso.
Seguitecci sempre con il solito affetto e a chi considera la condivisione della conoscenza un valore sociale ricordo che il Centro Studi Bruttium ha le sue porte sempre spalancate e tutto il suo saper fare è a disposizione di chi chiede. Un detto locale recita così “Palumbu mutu non vena servutu” (Chi non chiede non può essere servito), a buon intenditor…
Buona lettura e a presto.

Misteri di Calabria 01

Misteri di Calabria 01  – n.ro 05/2021 di Raoul ELIA


Questi (primi) fantasmi…

Quando, ormai ben 17 anni fa, raccogliemmo questi miei primi articoli sulle leggende e le storie di fantasmi che infestano, è il caso di dirlo, le terre calabre, il clima era ben diverso. Più solare e felice sicuramente.
Perlomeno, niente epidemia e conseguente crisi economica e sociale.
Era l’ormai remoto 2004.
A questo volume dovevano seguire altri che avrebbero raccolto tutte le storie che eravamo riusciti a raccogliere e a conservare per le future generazioni, perché ricordassero, con un pizzico di ironia, le tradizioni di una terra che, fino a 60 anni fa, era ancora fortemente contadina e che della modernità ha preso solo gli elementi più deteriori.
Poi, complice il crollo della sede e la successiva “erranza” che ha caratterizzato la vita associativa, le mutate esigenze dell’associazione e, perché no, i differenti percorsi intrapresi dall’autore, hanno interrotto al primo volume questa opera di ricerca e conservazione. Sperando di fare cosa gradita ai nostri cinque lettori, per parafrasare l’autore dei Promessi Sposi (lo so che in realtà sono ben sei!), ripartiamo con questo numero uno, rivisto e (s)corretto dall’autore stesso, con la promessa di non lasciarlo orfano e senza famiglia ma di farlo seguire (a breve, si spera) da qualche altro volume, anche, perché no, con inediti.
In fondo, le leggende non sono ancora del tutto scomparse…

Raoul ELIA

Leggi-Salva: Misteri di Calabria 01 di Raoul Elia

iQuaderni – “Alle origini di Catanzaro” – 02/2021

Alle origini di Catanzaro  di Raoul ELIA

Leggi/Salva “Alle origini di Catanzaro” di Raoul ELIA

Ogni qualvolta mi capita di leggere uno scritto, più o meno lungo, del prof Raoul Elia mi stupisco di come la lettura sia veloce e nel contempo piacevole.
Il lato “culturoso” ed informativo non diventa mai pesante grazie al senso dell’umorismo che riesce ad inserire nei vari periodi del discorso.
In questa “Alle origini di Catanzaro” illustrando le varie ipotesi, teorie, leggende, dicerie nei vari periodi storici sul come e chi fondò la città di Catanzaro (oggi capoluogo di regione) Raoul Elia ne trascrive le principali supposizioni dando subito con argutezza e un gioco del tipo “sarà vero? e mai possibile?”, a cui il lettore deve rispondere e decidere, a farci capire il come bisogna leggere la storia scritta o raccontata se non si hanno dati certi.
Spero di avere il tempo di rimettere, in nuova edizione, altri pregevoli contributi storici-filologici, antropologici e di cultura generale che il nostro Presidente ha scritto per il Bruttium in più di vent’anni di associazionismo.
Vi auguro una buona lettura e vi invito a visitare il nostro sito per leggere e scoprire tutte le pubblicazione che il CSBruttium ha sfornato per voi gratuitamente da 25 anni a questa parte.

Pasquale Natali

Hanno detto di noi….. Settembre 06-1996

quotidiano-6_09_96
L’articolo del presidente del CSB sui randagi a Catanzaro

Una lettera al Quotidiano del Presidente del centro studi Bruttium

Quella dei randagi è questione che investe la società civile

Dal Presidente del Centro Studi Bruttium, Pasquale Natali, Riceviamo e pubblichiamo:

 EGREGIO DIRETTORE,

abbiamo letto con interesse l’articolo apparso il 28 agosto riguardante il fenomeno del randagismo a Catanzaro e vogliamo esprimerle l’apprezzamento di questo Centro studi per avere avuto il coraggio di sollevare un problema sul quale la nostra città sembra volere stendere un velo di rassegnata indifferenza.
Continua la lettura di Hanno detto di noi….. Settembre 06-1996

Archivio storico C.S.B. Luglio 15 – 1997

New

Martedì 15 luglio alle ore 17:00 nella sala delle riunioni del Centro Studi Bruttium a Catanzaro Lido, alla presenza di un numeroso e qualificato uditorio, si è svolto un incontro sulla cultura sinica avente a tema:
Il Libro e la Leggenda di
Lao – Tzu
Dio e Sapiente della Cina antica

Continua la lettura di Archivio storico C.S.B. Luglio 15 – 1997

Hanno detto di noi….. Luglio 14_17_20 – 1997

GdiC_14luglio97 lao

Il Giornale di Calabria – 14 luglio 1997
CINA ANTICA: UN CONVEGNO
DEL CENTRO STUDI BRUTTIUM

Martedì 15 luglio alle ore 17.00 nella sala delle riunione del Centro Studi Bruttium a Catanzaro Lido (località Giovino) si terrà un incontro sulla cultura sinica sul team: Il Libro e la leggenda di Lao-Tzu Dio e Sapiente della Cina antica.
La relazione sarà tenuta dal dott. Antonello Palumbo, stu­dioso e ricercatore della Facoltà Orientale di Napoli.
Il relatore esaminerà il Tao-Tè-Ching di Lao-Tzu, uno dei principali testi tradizionali dell’Estremo Oriente, contenente una particolare riformulazione dell’antica dottrina del Tao in termini metafisici e di presentazione di un ideale “Uomo reale”.
La lingua cinese essendo ideografica permette diverse interpretazioni e ciò vale ancora di più per il testo di Lao-Tz evi ­denziato dal carattere ellittico e spesso “ermetico” delle sue massime.

Continua la lettura di Hanno detto di noi….. Luglio 14_17_20 – 1997

Hanno detto di noi…. Ottobre 31 – 1997

Lirica1
Da sinistra: Annalisa Carbonara, Vittorio Bari, Teresa Mezzatesta, Antonio Signorile, Rosa Penulli.

  “Momenti di…” Bruttium

NELL’AMBITO della manifestazione denominata “Momenti di…” organizzata dall’associazione culturale di volontariato, centro studi Bruttium, è pr evista alle 19, una, serata lirica di voci, pianoforte e danza, nei locali dello “Chalet Gagliardi” di Catanzaro lido. La manifestazione sarà curata dal soprano Seraflna Tuzzi, del conservatorio “Piccinni” di Bari e condotta dal maestro Giuseppe Mezzatesta. Saranno eseguiti brani di Mozart, Bizet, Verdi, Cherubini, Puccini, Offenbach, mentre gli intermezzi di danza saranno curati dall’associazione “stu­dio danza” di Catanzaro lido, diretti dal maestro Gyula Molnar. Il primo degli appuntamenti in tabellone, “il fumetto e il giovane”, ha avuto come epilogo una mostra di tavole di fumetto, eseguite dai vari artisti di Catanzaro e Girifalco. A chiusura di questa serie di incontri, il prossimo 5 novembre, nella sala riunioni del Centro studi Bruttium, avrà luogo un dibattito sul tema: “Criminologia e scrittura”.

Il Quotidiano venerdì 31 ottobre 1997

tuzzi-lino-rita
Da sinistra: Serafina Tuzzi, Pasquale Natali. Rita Boccalone.

Serata lirica a Lido

Il Centro Studi Bruttium, Associazioni Culturale di Volontariato, nel­l’ambito della sua programmazione sociale denominata “Momenti di…” propone stasera alle ore 19 nei locali dello “Chalet Gagliardi” di Catanza­ro lido una serata lirica di voci, pianoforte e danza. La manifestazione curata dal soprano Serafna Tuzzi del Conservatorio “Píccinni” di Bari sa­rà condotta. dal Maestro Giuseppe Mezzatesta.
Si esibiranno i soprani Annalisa Carbonara di Barie Teresa Mezzatesta di Catanzaro, il mezzo soprano Rosa Penulli di Cosenza, il baritono Vitto­rio Bari e il basso Antonio Signorile di Bari. Saranno accompagnati dai pianisti Maria Tartaglia e Gaetano Rizzo di Catanzaro.
Saranno eseguiti brani di Mozart, Bizet, Vendi, Cherubini, Puccini, Of­fenbach, Musorgsky ecc. Intermezzi.di danza classica saranno a cura del­l’Associazione “Studio Danza” di Catanzaro Lido diretti dal Maestro Gyula Molnàr. Il primo di. questi incontri, “ll fumetto e il giovane” ha avuto come epilogo una mostra di tavole di fumetto eseguite dagli artisti: Tommaso Paone, Giuseppe Aiello, Alberto Giglio, Davide Lamanna, Da­niele Scarfone da Catanzaro, Pietro Costabile da Maida e Fabrizio Zap­pella Miraglia da Girifalco.
Chiuderà questa serie di incontri, il 5 novembre, nella sala riunioni del C.S.B., il dibattito “Criminologia e scrittura”, con la partecipazione del dott. Aldo Fiale e del grafologo dott. Giuseppe Cosco.

Il Giornale di Calabria – Venerdì 31 ottobre 1997

Archivio Stampa

Archivio 4Fogli – Anno 2002-01 numero 01

testataWe Shall Overflow (noi ce la faremo)

Eccoci qui, pronti e impazienti di cominciare.

Dopo un po’ di tempo, legato alle difficoltà dell’impegno che un quindicennale presenta piuttosto che alla nostra incuria e al nostro disimpegno, siamo tornati, “insieme per la prima volta”, a parlarvi dalle pagine di questi quattro fogli.
Quattro fogli, quattro piccoli fogli che vorrebbero raccogliere le idee, le opinioni, le notizie che riguardano i problemi della città, seguendo le vicissitudini di quegli argomenti che interessano voi lettori e noi redazione, che interessano (o dovrebbero interessare) tutti gli abitanti di Catanzaro.
Continua la lettura di Archivio 4Fogli – Anno 2002-01 numero 01