COMIXOLOGIA PUNTATA 17: The Unexpected

Rimettendo un po’ d’ordine sulla scrivania, è ricomparso, insieme ad altro materiale di lavoro dimenticato, il primo numero di una nuova serie DC che mi ero ripromesso di leggere e recensire da tempo: The Unexpected.

La storia

All’indomani di DARK NIGHTS: METAL, crossover basato sulla figura di Batman e sul suo legame con il misterioso demone Barbados, nonché sull’esistenza di un Multiverso oscuro, specchio deformato del Multiverso attuale post-52, il cosiddetto Dark Multiverse, l’Universo DC è stato cambiato per sempre. Fra i molti cambiamenti, il più evidente è la comparsa di molti nuovi eroi emersi dall’ombra. Uno di questi è Janet Fals, nome in codice Firebrand. La storia inizia con Janet al bar che mette ko Killer Croc prima di rimettersi a bere tranquillamente. E’ la sesta o settima rissa del mese.
Prima di ricevere i suoi poteri, Firebrand era un paramedico dedito a salvare vite. Durante le distruzioni causate dall’invasione del Multiverso oscuro, Janet rimane gravemente ferita. Il padre dona il suo corpo ad una azienda specializzata in ricerca e sviluppo di armi innovative, la Civil Solutions, che, dopo averne potenziato il fisico, sostituisce il cuore, trapassato e inservibile, con una invenzione, il Conflict Engine, il motore di conflitto. Cosicché ora la donna deve combattere una volta ogni 24 ore per alimentare il motore del conflitto che ha sostituito il suo cuore. Janet ha ripreso a fare il paramedico,
Il nuovo “cuore” di Janet non è solo una maledizione: è un faro, che attira il misterioso Bad Samaritan, vestito da magnaccia anni ‘70, con un occhio da rettile sul cappello, con il potere di “increare” le sue vittime riportandole alla forgia (vedi Metal), il quale ora vuole strapparle il cuore, e non in senso figurato.
A salvarla arrivano tre strani tipi, Neon the Unknown (Neon l’Ignoto???), Viking Judge (una tizia con un abito che sembra il costume da vichingo, c, che n tanto di corna) e Ascendant (un tizio grande e grosso tutto blu e svestito in stile Conan il barbaro).
Lo scontro fra i tre e Bad Samaritan sta distruggendo l’ospedale in cui Janet, sotto le mentite spoglie di Ronan, ha ripreso a lavorare. Mentre tenta di salvare i pazienti, Janet viene aggredita da Bad Samaritan che ferisce al cuore Firebrand causando un lampo bianco.
Quando la luce scompare, i due compagni di Neon sono morti, Come Bad Samaritan, di cui rimane solo un frammento, che però rischia di far precipitare il Multiverso nella forgia.
Questo darà il via a una caccia all’uomo supereroistica da Thanagar fino al cuore più profondo del Dark Multiverse.

Analisi

La serie non è esattamente innovativa come si potrebbe pensare e la stessa serie millanta (unexpected significa inaspettato). Personaggi violenti e poco inclini non dico al dialogo (in effetti, non fanno altro che parlarsi addosso) ma anche al ragionamento (sembrano anzi tutti in perenne crisi ormonale). I disegni non sono male, anche se, a volte, ci sono delle sbavature. Ma le trovate sono fra lo sconfortante (una società di ricerca che impianta una misteriosa macchina iper tecnologica nel cuore della nostra protagonista, macchina che si ricarica con la violenza, costringendo l’eroina a combattere una volta al giorno per “ricaricare” il cuore artificiale) e il già visto (il Multiverso in pericolo, il Multiverso oscuro, il metallo nth).

La scheda

Titolo: The Unexpected
Casa editrice: DC Comics
Alternatives: N/A.
Testi: Steve Orlando,
Disegni: Cary Nord, Ryan Sook, Mick Gray, Wade von Grawbadger
Genere: supereroi
Prima pubblicazione: luglio 2018
Status: in corso di pubblicazione

In Italia

La serie è tuttora inedita in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.