Comixologia puntata 40: No One’s Rose

Ben ritrovati.
Iniziamo il mese di aprile non con un pesce d’aprile, come sarebbe d’obbligo, ma con una notizia e una recensione.
La notizia è che “per venire incontro ai suoi lettori costretti a casa dalla quarantena, Comics & Science e CNR Edizioni hanno deciso di mettere a disposizione gratuitamente in formato digitale l’intero catalogo di Comics&Science, compreso il primo spillato di Leo Ortolani”. IL CATALOGO È SCARICABILE QUI
E dopo questa informazione d’obbligo, passiamo alla recensione di questa settimana: un serial di SF ecologista dal titolo No one’s Rose.

La storia

Secoli dopo la caduta dell’Antropocene, le ultime vestigia della civiltà umana sono ospitate in un’enorme città a cupola alimentata da energia rinnovabile, nota come The Green Zone. Dentro vive, fra gli altri esseri umani rimasti, l’adolescente Tenn Gavrilo, un geniale bioingegnere il cui più grande desiderio è ricostruire il pianeta. Ma il suo risentito fratello, di nome Seren, è invece ansioso di smantellare la precaria utopia che è la cupola degli uomini. E i due finiscono proprio in una rivolta…

Analisi

La storia è molto interessante. Ben gestita la narrazione, anche dal punto di vista grafico, comunque una profonda capacità inventiva, soprattutto nell’ambientazione fantascientifica. I personaggi sono ben evidenziati e credibili. L’unico punto debole giace nella colorazione, un po’ troppo piatta e orientata sulle sfumature del verde e del marrone che, se si ricollegano alla terra, rendono però poco risaltanti i disegni.

La scheda

Titolo: No One’s Rose
Casa editrice: Vault comic
testi: Emily Horn, Zac Thompson,
Disegni: Alberto Jimenez-Alburquerque
colori: Raul Angulo
lettering: Hassan Otsmane-Elhaou
Prima pubblicazione: 25 marzo 2020
Albo: serie regolare
Prezzo: $3.99
Valutazione: 4/5

E per questa settimana è tutto.
Alla prossima…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *