Comixologia puntata 55: Arkworld

Ben ritorvati, dopo la pausa estiva, con le novità fumettistiche d’Oltreoceano. In questa puntata vi parleremo di una nuova testata autodefinitasi “archeopunk”: Arkworld.

La storia

La storia si sviluppa a partire dal ritrovamento in un sito archeologico vicino Perth, in Australia, di un gigantesco OOPART risalente all’ 11.000 a. C. e che testimonia di una cultura tecnologicamente molto avanzata, anche rispetto agli standard attuali.
Nell’oggetto misterioso si risvegliano due sopravvissuti, Cleito e Seth, il cui risveglio viene narrato in parallelo agli eventi che, nell’11.000 a. C. hanno portato alla loro partenza.

Analisi

Arkworld è un nuovo tipo di SF, l”Archeopunk’: la storia si sviluppa su due piani, non perfettamente separati, nel lontano passato e nel presente, in uno scavo archeologico in cui viene trovato un manufatto di dimensioni notevoli, l’arca del titolo, proveniente non dal cielo ma dal passato. Dentro vi erano due umani del passato, ma quando uno dei due si risveglia, non trova la sua compagna. Nel frattempo, la narrazion ci presenta il mondo antico da cui provengono i due sopravvissuti, tecnologicamente molto avanzato e animato dall’energia Vril (ben conosciuta agli appassionati della Teosofia e dell’universo di Hellboy). I caratteri sono ben definiti, anche se ci sono pochi elementi caratteristici nel disegno. I disegni sono nella media dei prodotti statunitensi. La trama invece è abbastanza interessante, per quanto si può conoscere dalla prima parte della storia, che si preannuncia lunga.

La scheda

Josh Blaylock
Titolo: Arkworld
Casa editrice: Devil’s Due Comics
Testi: Josh Blaylock
Disegni: Travis Hymel
Colori: Jasen Smith
Lettering: Micah Myers
Cover Artist: Daniel Leister,
Variant Cover: Larry Watts, Jenevieve Broomall, Kristopher Harris
Pubblicazione: 04/08/2020
Prezzo: 7,99 $
Voto: 4/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.