Archivi tag: centro studi bruttium

La fabbrica della VITA

La fabbrica della VITA secondo nonno Matteo

   La convivenza sul pianeta, delle specie esistenti, è resa possibile dal rispetto di regole che la natura impone; tali regole sono elencate, secondo una codifica ben compresa, nell’algoritmo primordiale; la Natura appunto!
Gli stati seminati sul pianeta, sono alla svolta epocale della loro civiltà; in tutti i continenti le società, obbligate in una fase rinascimentale, partigiana, soprattutto selettiva, stanno riattivando i giochi di potere per la loro rinascita, naturalmente imposta dall’olocausto che hanno generato.
L’algoritmo originario codifica, sostanzialmente, le varianti della disponibilità di energia necessaria al “lavoro del vivere”, le combina dall’utilizzo dell’energia elettrica derivante dalle variabili dei due valori contrapposti di carica atomica (numero di elettroni contenuti nell’atomo delle materie cellulari) che sarà sempre attiva in tutte le forme esistenziali (negativo, positivo; zero, uno; maschio, femmina; bene, male; bello, brutto; ecc.ecc.).
Stilo, per i miei consanguinei e per coloro che vorranno leggermi, (siano essi lupi liberi pensatori o armenti alle stalle , esecutori d’ordini), le mie istruzioni valide per l’organizzazione di una fabbrica della vita soddisfacente per le due categorie.
La mia Consulenza tecnica ha lo scopo di determinare i fondamentali della contesa in quanto i miei affetti, professionisti del diritto e dello sviluppo sociale, lo esigono per il perfezionamento del loro lavoro.

Continua a leggere (o salva) il Quaderno n.ro 26

 

La fine dell’antica cappella GEROSOLIMITANA della S.M. dell’Odighitria in territorio di Cirò

LA FINE DELLA ANTICA CAPPELLA GEROSOLIMITANA DELLA S.M. DELL’ ODIGHITRIA IN TERRITORIO DI CIRO’ (Kr)

di Mario Dottore e Antonio Cortese

TRA STORIA E FEDE POPOLARE

“Fratello Leone, scrivi: quivi è perfetta letizia”.(dai “Fioretti” di San Francesco d’Assisi). In ricordo di Padre Innocenzo Pisconti Passionista che invitò a scrivere la Storia narrata .

Nel rispetto del noto sistema storico letterario manzoniano, “Utile per iscopo, il vero per soggetto e l’interessante per mezzo” ci si accinge a narrare questa Storia che, per tanti versi, ha dell’inverosimile.
Come è risaputo la tradizione religiosa sull’Odighitria di “Monte Tabor” a Cirò, la cui essenza fa’ percepire il riverbero storico dell’Iconoclastia orientale del sec.VIII d.C. e la presenza dell’Ordine Monastico di San Basilio Magno in terra di Calabria, così documenta fedelmente “Pria dell’eccidio di Chrimissa-Paterno (Paterno sarebbe stata distrutta nell’intorno dell’anno 1000 d.C. ad opera dei Saraceni, sulla scia di altre città costiere del Bruzio, compresa la mitica “Laurisia” sita sul Promontorio Lacinio, (Kr), n.d.r.), ad una giovinetta recatasi a raccogliere legna nel soprastante colle, apparve un venerando vecchio, che rassicuratala dalla sorpresa e dal timore, le insinuò che ritornando a casa dicesse alla madre di recarsi dal di lei compare Sacerdote D. Martino e d’indurlo a recarsi entrambi nel lido del mare, e precisamente nel sito detto la fossa del Lupo, perché ivi rinverrebbero una cassa nella quale era chiusa l’immagine della madre del Divin Verbo, di prenderla e recarla su quel colle ove avrebbe dovuto ergersele un Tempio.

Continua a leggere sul iDOSSIER numero 10-2022

 

La Foresta mediterranea di Monte Gariglione

UN ECOSISTEMA FORESTALE E LE SUE COMPONENTI

Accanto ai suggestivi scenari paesaggistici e peculiari bellezze naturali, la rilevante importanza della foresta demaniale del Monte Gariglione (Piccola Sila) risiede nel suo nucleo relitto, sicuramente autoctono, di Abete bianco (Abies alba Miller); evidenziando che all’attualità tutta l’area è inserita nel progetto Bioitaly come SIC (sito d’interesse Comunitario) con codice meccanografico identificativo IT9330114.
L’ Abete bianco in Calabria, come attestato da altre stazioni di rifugio dell’Appennino Centro-Meridionale, si è progressivamente rarefatto rispetto alla sua originaria e più estesa area di distribuzione, registrata dalla specie nel Pleistocene (compreso tra 2,50 milioni e 11.700 anni fà c.a.) .
Nella nostra regione, la specie si ritrova in altri superstiti nuclei di vegetazione naturale distribuiti in Formazioni irregolari presenti nel territorio di Longobucco (Sila Greca); Formazioni irregolari nel territorio comunale di San Giovanni in Fiore (Sila Badiale); Nucleo delle Serre Vibonesi; Nucleo di Santa Margherita nel territorio di
Celico (CS); Nucleo del Monte Basilicò (RC).


LEGGI-SALVA: iDossier n. 08

Per la STAMPA: link iDossier n 08
(n.b. i Fonts necessari sono incorporati al file PS – Formato stampa in origine pagina A5 – “4 pagine su A4 fronte retro”)

Odisseo riprende le pubblicazioni con il n. 13

Copertina di Odisseo n. 13 (2019)
Copertina di Odisseo n. 13 (2019)

Ritorna in pubblicazione, dopo una lunga assenza, dovuta a motivi di lavoro, Odisseo, la rivista di ricerca e divulgazione scientifica del CSB. In questo nuovo numero, dalla gestazione lunga e difficile, iniziata l’anno scorso, una lunga analisi della tradizione di Halloween da parte di Raoul Elia.

Si può scaricare il quaderno ai seguenti link:

MEGA, GOOGLE DRIVE o ISSUU

oppure leggerla qui sotto

Buona lettura e buone vacanze a tutti!

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 188: Galaxina (1980)

Ben ritrovati sulle pagine diq uesta rubrica dedicata alla fantascienza deglia nni che furono. In questa puntata ci catapultiamo engli anni ’80 e recuperiamo un film di SF spaziale che mescola, a dir il vero non troppo bene, differenti suggestioni e citazioni Galaxina (1980).

La locandina del film
La locandina del film

Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 188: Galaxina (1980)

Comixologia puntata 63 Barbalien: Red planet

Ben ritrovati.
Leggendo nuovi fumetti d’Oltreoceano, capita di beccare piccoli gioielli come questa miniserie della Dark Horse, che mescola supereroi e omosessualità: Barbalien: Red planet

Continua la lettura di Comixologia puntata 63 Barbalien: Red planet

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 187: Robotjox (1989)

Ben ritrovati.
Nuova puntata di fantascienza dei tempi che furono e nuova sortita nel trash, anche se propagandato per cinema di serie B: RobotJox (1989).

La locandina del film
La locandina del film

Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 187: Robotjox (1989)

FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 186: Il primo uomo nello spazio (1959)

Benritrovati.
Nuovo salto nella fantascienza degli anni che furono con questo film inglese di mediocre valore, ma non privo di spunti: Il primo uomo nello spazio (1959)

La locandina del film
La locandina del film

Continua la lettura di FUTUROPASSATO – RASSEGNA DI CINEMA DI FANTASCIENZA DELL’ETA’ DELL’ORO PUNTATA 186: Il primo uomo nello spazio (1959)